Kledi Kadiu parla del suo giovane amore e di cosa gli manca per essere perfetto

Kledi Kadiu racconta la sua felicità in amore e nel lavoro, ma gli manca qualcosa per essere perfetto

chiudi

Caricamento Player...

Intervistato dai “Radioattivi” di Radio Club 91, Kledi Kadiu, l’ex ballerino di Amici, parla di sè e del suo amore più giovane di 18 anni, ma anche del lavoro.

Leggi anche: Kledi Kadiu e Charlotte: amore senza età

Nel complesso è un periodo felice per Kledi Kadiu anche se scherzando, svela di avere un piccolo difetto che non gli permette di essere perfetto.

“Mi manca qualche centimetro per essere perfetto. Dicono che abbia le braccia più corte del corpo. Ma tanto non esistono ballerini perfetti”.

Poi, Kledi Kadiu, parla della sua ragazza, Charlotte Lazzari, con il quale è molto felice, anche se lei è più giovane di 18 anni.

“La mia ragazza è più giovane di 18 anni? Sono in controtendenza, oggi si portano le milf”.

La loro coppia però funziona bene e il loro amore va a gonfie vele, come aveva dichiarato in un’intervista a nuovo, pochi mesi fa.

“Il vissuto di una persona è molto importante e Charlotte, come tanti altri ballerini, sta da sola ormai da tanti anni. Ha girato tutta l’Europa ed è una donna indipendente. Tutti elementi che aiutano parecchio a superare le differenze di età. Poco tempo dopo che abbiamo cominciato a frequentarci, abbiamo preso la decisione di convivere. Mi trovo benissimo! Ho avuto altre storie in passato, ma dopo tanti anni sento che questa è importante e duratura. […] La vita a due mi piace: amo condividere le giornate con i pro e i contro che ci sono quando si ha vicino una compagna: ci si danno consigli, ci si ferma quando si è troppo impulsivi, ci si sprona per andare avanti, insomma è tutto molto positivo! Penso sia inutile fare progetti per il futuro: le storie d’amore devono essere vissute giorno dopo giorno, poi le cose arrivano da sole”.

Infine Kledi Kadiu ricorda con nostalgia i tempi di Amici e dice come la pensa sui suoi famosi ex colleghi:

“Alessandra Celentano? Magari ce ne fossero cento come lei, insegna i veri valori con la sua rigidità. Garrison è un buono, ma l’importante è non essere vendicativi. Le nostre critiche in qualità di insegnanti durante le puntate di Amici sono tutte a fin di bene. La danza è critica, è facile fare complimenti. Gli elogi in questo mondo di disciplina sono rari, li devi meritare”.