Joe Bastianich contro Carlo Cracco dopo l’addio a Masterchef

Joe Bastianich è stato intervistato da Il Fatto Quotidiano, rivolgendo non di certo parole di elogio a Carlo Cracco, che ha dato il suo addio a Masterchef.

chiudi

Caricamento Player...

Joe Bastianich ha concesso un’intervista a Il Fatto Quotidiano, raccontando ciò che pensa di Carlo Cracco, che ha recentemente dato il suo addio a Masterchef, dopo la vittoria di Valerio, e decidendo di non partecipare alla prima edizione di Celebrity Masterchef. Bastianich sembra essersi tolto diversi sassolini dalle scarpe.

Joe Bastianich a Il Fatto Quotidiano: “Carlo Cracco è…”

Joe Bastianich
FONTE FOTO: facebook.com/JoeBastianich

Bastianich non ha peli sulla lingua nel rivelare, intervistato da Il Fatto Quotidiano, ciò che pensa di Carlo Cracco: “Siamo amici, lavoriamo insieme ma abbiamo opinioni diverse, che ci sta. Bruno Barbieri a volte è troppo purista e mi fa incazzare, Antonino Cannavacciuolo parla napoletano e non si capisce un cazzo. Carlo Cracco è un presuntuoso”.

Tante le frecciatine rivolte, dunque, ai suoi colleghi, con i quali all’interno di MasterChef le cose sembrano davvero procedere a gonfie vele, tra scambi di battute e complicità nel gestire lo show seguito da sempre più italiani. Facile pensare che siano soltanto piccole punzecchiature nei confronti di due chef stellati di cui è grande amico.

Bastianich si è poi soffermato a parlare dei concorrenti di Celebrity Masterchef, partito ieri sera su Sky Uno HD, rivelando di non conoscere praticamente nessuno dei vip che partecipa al programma, essendo famosi per lo più in Italia ma non negli Stati Uniti, da dove lui proviene nonostante lavori per l’Italia ormai da tanto tempo: “Per me sarà un’esperienza interessante. Non essendo italiano, non vivendo nella cultura italiana sono tutti anonimi, non conosco neanche uno di loro. Forse solo la Cucinotta, per averla vista nel film Il postino. Per cui sono concorrenti come tutti gli altri, non sono vip. Li tratterò come tutti gli altri, che è la cosa giusta da fare”.