Isis minaccia Michelle Obama: “Le auguriamo un San Valentino di sangue”

Il Cyber Califfato ha violato l’account del settimanale Newsweek per intimidire la famiglia del presidente Obama con un messaggio terribile diretto alla First Lady

La minaccia dell’Isis ora ha colpito direttamente la famiglia Obama.

L’attacco è volato su Twitter. Solo pochi minuti ma sufficienti a fare il giro del mondo. L’account si chiamava ancora @newsweek ma lo sfondo non era più quello della storica rivista americana ma un uomo incappucciato e la scritta Je suis Is (Islamic State) parafrasando Je suis Charlie, una parodia allo slogan in sostegno di quei vignettisti francesi di Charlie Hebdo che lo scorso 7 gennaio (uno dei giorni più rtagici della storia francese) sono stati tragicamente uccisi dai terroristi nella redazione del loro giornale a Parigi.

Il cyber-califfato che si richiama all’Isis “augura un San Valentino di sangue a Michelle Obama”.

La minaccia è apparsa sull’account Twitter del settimanale Newsweek, il gruppo islamico ha violato la pagina ufficiale della rivista per intimidire la famiglia del presidente Obama:

“Ti teniamo d’occhio: te, le tue ragazze e tuo marito” continua il post pubblicato.

Pochi minuti come abbiamo detto, ma abbastanza per buttare nel panico Michelle Obama e la sua famiglia che si sentono sempre più nel mirino dei terroristi dell’Isis.

Non è la prima volta che viene violato un profilo dei social per intimorire le autorità americane, il 12 gennaio gli stessi pirati informatici si erano intromessi nell’account del Central Command Usa, il comando militare che va comprende Egitto, Pakistan e Kazakistan. Questa è la prima volta però che l’attacco è rivolto direttamente alla moglie del presidente Obama, Michelle.

In quell’occasione, sul profilo erano stati pubblicati alcuni documenti riservati al Pentagono e venivano seguiti da minacciosi messaggi:

“Non ci fermeremo, vi conosciamo e conosciamo le vostre mogli e i vostri bambini. Soldati americani, vi teniamo d’occhio”.

Ma i messaggi intimidatori non si erano fermati li. A distanza di pochi minuti il gruppo islamico ha diffuso un ulteriore post:

“Non ci sarà pietà per voi infedeli. L’Isis è già qui”.

Un San Valentino di terrore quindi quello che si appresta a festeggiare la famiglia Obama: San Valentino infatti in America è una giornata molto popolare e sentita. Che quest’anno avrà un sapore molto amaro.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 12-02-2015

Emanuela Bertolone

X