Isabella Ferrari, info e curiosità sull’attrice italiana

La scheda di Isabella Ferrari, tutto quello che c’è da sapere sull’attrice italiana conosciuta dal grande pubblico per fiction e film di successo

Isabella Ferrari è un’attrice di teatro e cinema molto amata e seguita dal pubblico italiano.

I primi anni

Classe 1964, Isabella Ferrari (vero nome Isabella Fogliazza) è nata il 31 marzo a Ponte dell’Olio in provincia di Piacenza. Trascorre la sua infanzia nel piccolo borgo e all’età di dieci si trasferisce con la famiglia a Piacenza. All’età di 15 anni trionfa al concorso Miss Teenager vincendo un contratto discografico per la registrazione di un 45 giri. In realtà la sua strada sarà un’altra…a soli 20 anni, infatti, debutta in televisione nel programma “Sotto le stelle” di Gianni Boncompagni e in seguito partecipa alla trasmissione dedicata ai ragazzi “3, 2, 1… contatto!” registrando la sigla di apertura. Durante il programma televisivo “Sotto le stelle”, Isabella Ferrari viene notata dal regista Carlo Vanzina che la scrittura per il film cult del 1983 “Sapore di Mare”.

Il cinema

Il film “Sapore di Mare” diventa un grandissimo successo. Nel film la giovanissima Isabella Ferrari presta il volto al personaggio di Selvaggia con cui debutta ufficialmente nel mondo della recitazione. Reduce dal successo del film decide, all’età di diciotto anni, di trasferirsi a Roma per dedicarsi alla carriera di attrice alternando con egual successi lavori teatrali, cinematografici e televisivi. Nel 1985 l’attrice posa senza veli per la versione italiana di Playboy a cui ne seguiranno altri rilasciati per diverse riviste. Durante questi anni l’attrice recita in diverse commedie italiane: da “Il ras del quartiere”, “Sapore di mare 2”, “Domani mi sposo” sino al grande passo al cinema impegnato con “Appuntamento a Liverpool” di Marco Tullio Giordana. La consacrazione arriva nel 1995 con la vittoria della Coppa Volpi durante la Mostra del Cinema di Venezia come miglior attrice protagonista nel film “Romanzo di un giovane povero” di Ettore Scola.

(fonte foto: facebook.com/isabellaferrari/)