Irene Pivetti, quello che non sai dell’ex Presidente della Camera ospite a Matrix

Irene Pivetti, ex Presidente della Camera, sarà ospite a Matrix nella puntata del 21 aprile. L’abbiamo conosciuta come politica e presidente della Camera, ma cosa non sappiamo ancora di lei, che nel frattempo si è affermata anche in tv?

Classe 1963, Irene Pivetti è un volto noto della politica italiana essendo stata eletta deputata e poi presidente della Camera nel 1994. Dopo la carriera politica è stata autrice e conduttrice di trasmissioni su La 7, così come ha collaborato ad importanti quotidiani nazionali. Insomma, una carriera sempre brillante e sicuramente pubblica. Cosa quindi non sappiamo di Irene, che venerdì si confesserà a Matrix con Piero Chiambretti?

Irene Pivetti: la laurea, la vita privata e la sorella…

  • Irene Pivetti si è laureata in lettere con lode all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
  • E’ stata la presidente della Camera più giovane della storia della Repubblica italiana, essendo stata eletta nel 1994 a soli 31 anni nel partito della Lega Nord di Bossi.
  • Sposata con Andrea Brambilla (da cui ha avuto due figli), si è separata nel 2010 dopo 12 anni di amore. All’epoca dichiarò: “Sono molta dispiaciuta di questa situazione, non me la aspettavo. Ci sono rimasta male, io la separazione non l’avrei proprio voluta. Ma sono vicende molto complicate e non descrivibili sulla stampa. Tra l’altro non so che dire, qualunque cosa si dica si sbaglia, perché magari le cose prendono determinate sfumature. Evitiamo”.
  • Sua sorella è la famosa attrice e doppiatrice Veronica Pivetti, a proposito della quale nel 2015 ha detto: “Oggi abbiamo un rapporto molto bello. Purtroppo abbiamo poco tempo per vederci, ma appena c’è una opportunità mangiamo una pizza insieme. Ed è sempre come se ci fossimo viste il giorno precedente”.

Irene Pivetti e il rapporto con Umberto Bossi

Qualche tempo da Irene Pivetti dichiarò di non sentire più l’ex leader della Lega Nord, Umberto Bossi, da almeno 20 anni e che ha sottolineato quanto questa Lega di oggi sia diversa da quella di allora: “Sì, all’epoca io facevo parte della quota, diciamo, istituzionale. Ero una dei dieci che andavano a fare comizi a Napoli. Io non sono mai stata antimeridionale. E ora, anzi, sono quasi romana: vivo qui da 20 anni, a Prati e ho un figlio che è nato a Roma”.