Invecchiamento Cutaneo e nuove prospettive Anti-Aging

Contrastare l’invecchiamento cutaneo grazie all’utilizzo di efficaci terapie anti-aging costituisce uno dei punti di forza della moderna Medicina Estetica.

Perché se è pur vero che l’organismo inizia ad invecchiare … da quando si è ancora giovani, le moderne scienze sono andate evidenziando sempre di più quali siano nello specifico le problematiche dell’ invecchiamento cutaneo e come i trattamenti anti-aging possano costituire un valido e persistente antidoto non solo migliorando l’aspetto esteriore, ma modificando la funzionalità dell’organismo nella sua totalità.

Con il termine di invecchiamento si intende un progressivo declino delle funzioni biologiche dell’organismo legato alle alterazioni delle strutture cellulari e tissutali.

Le moderne scienze hanno evidenziato che tale processo inizia precocemente e coincidendo con il termine del periodo di accrescimento, ma che esiste una spiccata individualità nell’evoluzione delle dinamiche dell’invecchiamento stesso.

Infatti è noto che tale processo è causato per 1/3 da fattori genetici, ma per ben 2/3 da fattori ambientali e da regime di vita seguito.

Fumo, alimentazione disequilibrata, scarsa attività fisica, situazioni di stress psico-fisico protratte, esposizione a radiazioni costituiscono tutte importanti concause che vanno, se non totalmente eliminate, quanto meno … riequilibrate.

Ricordiamo dunque che ognuno di noi è responsabile del proprio invecchiamento!

Ecco allora un breve decalogo anti-aging con le indicazioni a cui attenersi quotidianamente:

1)   Seguire un schema alimentare costantemente normo calorico con ridotta introduzione di acidi grassi saturi di origine animale;

2)   Prediligere alimenti “vivi” quali frutta e verdura di stagione, preferibilmente di filiera corta (vicinanza tra zona di produzione e zona di vendita);

3)   Effettuare moderata attività fisica aerobica: una camminata o una corsa a media velocità della durata di 30 – 40 minuti/ die costituisce un vero toccasana per il corpo e la mente!

4)   Curare l’igiene personale: una corretta detersione della pelle al mattino e soprattutto alla sera per rimuovere trucco e sostanze accumulatesi dopo una giornata lavorativa, frena il danneggiamento e quindi l’invecchiamento della pelle;

5)   Idratare correttamente l’organismo, sia introducendo adeguate quantità di acqua (circa 1,5 – 2 l/ die, acqua naturale minerale a basso residuo fisso) sia utilizzando creme corpo e viso, meglio se prescritte dopo esecuzione di un check up cutaneo che evidenzi le caratteristiche individuali della cute.

Ricordiamo inoltre che per una più profonda idratazione delle cute e del derma (che svolge anche un’importante azione di prevenzione dell’aging) sono consigliati trattamenti di biorivitalizzazione a base di acido ialuronico e/o vitamine a cadenza mensile.

Dr.ssa Barberis Cinzia

Guarda cosa accadde oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”18137″]

ultimo aggiornamento: 12-06-2014

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X