Insonnia? Potrebbe essere causata dall’uso di energy drink

Se da un un lato le bevande energetiche migliorano le prestazioni sportive degli atleti, dall’altro possono causare irascibilità, nervosismo, agitazione e insonnia.

chiudi

Caricamento Player...

Il mercato degli energy drink è in continua espansione e ha un target decisamente ampio, che va dagli sportivi professionisti ai semplici amatori, da chi li assume per aumentare la concentrazione durante lo studio e il lavoro, ai giovani che ne fanno uso per avere il pieno di energie, soprattutto durante i weekend. Ma quali sono le caratteristiche di queste bevande, e quali sono le problematiche connesse con la loro assunzione? Scopriamolo in questa inchiesta sui benefici e sui rischi legati agli energy drink.

Gli energy drink sono invece una particolare categoria di bevande analcoliche che contengono sostanze che, per le loro caratteristiche, sono in grado di fornire effetti “energizzanti” in seguito alla loro assunzione. Ma quali sono queste sostanze? La varietà è molto ampia, ma le più frequenti sono: caffeina, taurina, cianocobalamina, carnitina, maltodestrine, glutammina, inositolo, glucoronolattone, estratti di erbe e vitamine.

Ma nonostante siano molto diffusi, i risultati di un recente studio spagnolo, sostengono che il consumo quotidiano di queste bevande potrebbe causare diversi problemi di salute.

Dallo studio sarebbe emerso che, in effetti, queste bevande possono aumentare l’energia durante l’attività sportiva, ma al tempo stesso possono anche essere la causa di alcuni effetti collaterali, primo fra tutti … l’insonnia!

Lo studio in questione è stato pubblicato sul ‘British Journal of Nutrition’, ed è stato condotto su un campione di novanta atleti esperti, ai quali è stato chiesto di assumere l’equivalente di tre lattine di bevanda energetica contenente caffeina, o la stessa bevanda energetica decaffeinata (placebo).

Dalle analisi condotte sarebbe emerso che le prestazioni sportive dei volontari sarebbero effettivamente migliorate del 3-7% per coloro che avevano assunto bevande energetiche con caffeina, ma al contempo si sarebbe registrato anche un aumento della frequenza di disturbi come insonnia, nervosismo e così via.

Juan Del Coso Garrigós, uno degli autori dello studio, spiega che le bevande energetiche avrebbero aumentato anche l’altezza del salto per i giocatori di basket, la forza muscolare e la potenza per gli alpinisti, la velocità per chi faceva nuoto, e la forza e la precisione per i giocatori di pallavolo e quelli di tennis.

Come dicevamo però, oltre agli effetti positivi, sarebbero emersi anche degli effetti negativi dall’assunzione di questo tipo di bevande. Agli atleti è stato infatti chiesto quali fossero le loro sensazioni dopo aver consumato la bevanda energetica.

“Gli atleti avvertivano più forza, potenza e resistenza con la bevanda energetica rispetto che con la bevanda placebo. Tuttavia, le bevande energetiche hanno aumentato la frequenza di insonnia, nervosismo e il livello di stimolazione nelle ore successive alla competizione”.