In un pap test la diagnosi di quattro tumori

E’ imminente un progetto di studio per fornire un esame clinico innovativo: un pap test in grado di prevenire i tumori che solo in Europa, colpiscono 1.400 donne al giorno. Il progetto europeo FORECEE punta dritto il mirino sul cancro a seno, ovaio, collo dell’utero e endometrio.

chiudi

Caricamento Player...

Un pap test per identificare il rischio di sviluppare uno dei quattro tumori che colpiscono più frequentemente la donna: seno, ovaio, collo dell’utero, endometrio. Un esame semplice che può salvare la vita.

Questo l’obiettivo di FORECEE, un programma di ricerca finanziato dalla Commissione Europea, con il contributo della Onlus inglese Eve Appeal e coordinato dalla University College London, che si avvarrà di 14 partner europei, trai quali il Karolinska Institute di Stoccolma e il tedesco Max Planck Institut; a rappresentare l’Italia, l’Istituto Europeo di Oncologia.

Il reclutamento per il progetto di studio quadriennale avrà inizio il primo settembre e prevede in tutto 6.000 donne, di cui 1.000 italiane.

Una buona notizia, per la lotta contro i tumori di seno, ovaio, collo dell’utero ed endometrio, che colpiscono, ogni anno, 516.000 donne solo in Europa (più di 1.400 al giorno).

Lo scopo del progetto FORECEE è quello di rendere disponibile un unico e semplice esame, come il pap-test, per la diagnosi precoce di queste neoplasie.

“Predire il rischio di sviluppare una neoplasia è attualmente uno degli argomenti più pressanti di salute pubblica – spiega Nicoletta Colombo, Direttore del Programma di Ginecologia Oncologica allo IEO e investigatore principale dello studio FORECEE in Italia – Abbiamo assistito a simili progressi nell’ambito delle malattie cardiovascolari per le quali alcuni markers sono in grado di predire il rischio di infarto e ictus. Il nostro progetto si propone di raggiungere un simile traguardo anche per i quattro tumori femminili, mediante un unico semplice test. Si tratta di un’importante rivoluzione culturale che pone l’attenzione non solo sul carcinoma mammario ma anche sulle altre neoplasie che possono colpire la donna. In particolare per il carcinoma ovarico è di fondamentale importanza identificare le donne a rischio di sviluppare la malattia per poter agire con azioni preventive sia di tipo medico (pillola contraccettiva) sia di tipo chirurgico (annessiectomia profilattica). Avere un “pap test” anche per il tumore dell’ovaio e dell’endometrio rappresenterebbe un’incredibile innovazione in grado di salvare innumerevoli vite umane”.