In arrivo bonus bebè di 80 euro alle neo mamme per i primi 3 anni

5 errori da evitare in palestra

Matteo Renzi, ospite nel salotto di Barbara D’Urso a Domenica live comunica: i 500 milioni, destinati dalla legge di stabilità alle famiglie, finanzieranno un bonus bebè di 80 euro alle neo-mamme per i primi 3 anni.

Il presidente del consiglio Matteo Renzi sceglie una trasmissione cult della domenica pomeriggio, sulla rete ammiraglia di Mediaset, per difendere il valore espansivo della manovra e ribadire la sua determinazione a fare le riforme: un bonus bebè per tutte le neo mamme.

«Sono arrabbiati un po’ tutti: regioni, sindacati, magistrati – ammette sottolineando la lotta alle molte resistenze -. Io, certo, non ho la verità in tasca ma il governo non è un giocattolino: noi siamo al governo da 8 mesi e o tutti facciamo uno sforzo insieme restituendo i soldi ai cittadini o non c’è futuro» ha detto Renzi. «Siccome per vent’anni hanno sempre pagato le famiglie, ora se iniziamo a fare un po’ di tagli ai ministeri e alle Regioni, non è che si possono lamentare», dice attirandosi uno dei vari applausi del pubblico con il quale il premier si intrattiene per qualche selfie prima dell’ingresso nello studio.

L’ospitata è però l’occasione per rassicurare i cittadini che la scure agli enti locali non si trasformerà in tasse o meno servizi anche se l’annuncio ad effetto è il bonus dal primogennaio per le neo-mamme. Barbara D’Urso è preoccupata perché a causa della crisi nascono molti meno bambini in Italia. Renzi condivide. E svela un aspetto inedito della legge di stabilità:

«Daremo gli 80 euro non solo a chi prende meno di 1500 euro al mese ma anche a tutte le mamme, che fanno un figlio, per i primi tre anni».

In quasi un’ora di intervista, il premier tocca tutti i temi «sensibili» per la vita quotidiana delle persone a partire dalle riforme della Pa e della giustizia, «priorità per semplificare la vita dei cittadini e attrarre investimenti esteri».

Quanto alla manovra, oltre alla «soluzione saggia» di lasciare decidere ai cittadini se chiedere l’anticipo del tfr, Renzi evidenzia come con i 6 miliardi di taglio dell’Irap si riducono le tasse per gli imprenditori e «mettiamo a dieta lo Stato».

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 20-10-2014

Emanuela Bertolone

Per favore attiva Java Script[ ? ]