Imma Battaglia parla di Gianna Nannini: “Dovrebbe solo vergognarsi!”

Imma Battaglia ha parlato di Gianna Nannini, sostenendo come la cantautrice italiana non abbia mai lottato per l’affermazione dei diritti LGBT.

chiudi

Caricamento Player...

Imma Battaglia, la nota attivista per i diritti LGBT, ha attaccato duramente Gianna Nannini, rea, a suo dire, di non aver mai combattutto per l’affermazione dei diritti LGBT e di aver deciso di vivere a Londra, non sentendosi tutelata dalla legge italiana. La cantautrice ha fatto recentemente coming out nel suo libro, dichiarando di vivere a Londra con la compagna Carla e la piccola Penelope. La Battaglia però non ci sta.

Imma Battaglia
FONTE FOTO: facebook.com/pg/EvaGrimaldiReal

Imma Battaglia: “Non ha mai fatto nulla se non per se stessa!”

La Battaglia ha dichiarato a Radio Cusano Campus: “La sua posizione è tardiva. Da anni conosciamo le sue amanti e le sue fidanzate. Non ha mai fatto niente, ma dico niente, nessun tipo di attivismo per le lotte che noi abbiamo fatto, ora arriva e dice che la legge in Italia non la tutela. Ma chi sei, ma chi ti credi di essere? Se avesse avuto il coraggio di un Tiziano Ferro, probabilmente noi avremmo avuto una legge migliore. Ora dovrebbe stare zitta. Io sinceramente la trovo veramente fuori luogo, spero che la gente la boicotti e non vada più ai suoi concerti. È ridicola, non puoi fare queste dichiarazioni politiche quando non hai mai fatto nulla, se non per te stessa”.

La battaglia ha effettivamente delle ragioni precise. L’attivista, infatti, ritiene che la Nannini non si sarebbe mai battuta pubblicamente per difendere i diritti delle coppie gay, preferendo parlarne per la prima volta solo quando la questione ha finito per riguardarla da vicino, a maggior ragione in tema di bambini e adozioni da parte del partner. Non ci resta che attendere per scoprire se la cantante deciderà di replicare o lascerà che la questione finisca nel dimenticatoio da sola.

FONTE FOTO: facebook.com/pg/EvaGrimaldiReal