Ilaria D’Amico parla dei suoi figli: “Sono una comunità di caciaroni”

Ilaria D’Amico e Gigi Buffon sono in vacanza con Leopoldo Mattia e i figli nati dai loro precedenti rapporti, dando vita ad una comunità caciarona…

chiudi

Caricamento Player...

Dopo una splendida vacanza in un lussuoso resort della Grecia, Ilaria D’Amico e Gigi Buffon si sono concessi un altro periodo di vacanza in Versilia. La coppia non è andata di certo al mare da sola, ma in compagnia di tutti i figli. In primis Leopoldo Mattia, il più piccolo della brigata e poi i due figli che Buffon ha avuto con Alena Seredova, nonché il figlio che la D’Amico ha avuto dal suo precedente rapporto. Una piccola tribù che la conduttrice Sky, intervistata da Diva e Donna, ha così definito: “Sono una comunità di caciaroni: zompano, giocano a pallone, litigano e fanno subito pace”.

Ilaria D'Amico
FONTE FOTO: instagram.com/saltaconnoi.gigibuffon

Ilaria D’Amico e la storia con Buffon, le parole della Seredova

Anche Buffon si unisce all’entusiasmo generale, insegnando ai bambini qual è la maniera migliore di giocare a calcio. E loro, ovviamente, non possono fare altro che ascoltare.

E se Ilaria D’Amico parla tranquillamente di famiglia allargata, non così è per Alena Seredova che, poche settimane fa, aveva così descritto la fine della sua storia con il portiere della Juventus e della Nazionale di calcio: È come se la mia casa avesse preso fuoco e il mio unico pensiero fosse quello di portare in salvo i miei bambini. Lo scoprii proprio da “Chi”. Sono una che dice sempre la verità. Credo molto a quello che le persone mi dicono e, anche se non sono religiosa, se dico “sì” e giuro in chiesa penso che quel giuramento sia sacro. Ma non voglio che si arrivi sempre a parlare di questo.

Sono riuscita a ragionare, a tenere duro per i miei bambini, ho la coscienza di aver fatto di tutto per farli stare bene e posso andare avanti a testa alta, ma non è stato facile. Ho preso una botta che mi ha dato l’adrenalina per reagire, ma poi ho pagato la stanchezza di dover nascondere ai figli il dolore che provavo per loro. Oggi sono una donna che ha i problemi di tutte le famiglie separate e, quando sento dire: ‘Andiamo tutti d’accordo’, penso che sia una balla colossale”.