Il Trieste Science + Fiction festeggia il 50esimo Anniversario.

Anche quest’anno Trieste ospita la rassegna cinematografica dedicata al mondo della fantascienza.

Dal 30 ottobre al 3 novembre con la 13/a edizione di “Trieste Science + Fiction”, Trieste sarà la “capitale della fantascienza”. Questa  kermesse, nata nel 1963,  è un grande richiamo per il pubblico più giovane, appassionato di fantascienza senza, però, dimenticare anche quello  più adulto. Ogni anno la manifestazione vanta una presenza di almeno 11.000 persone. L’edizione 2013, che si chiuderà il 3 novembre, celebra il 50mo anniversario dal primo, Festival della Fantascienza e sarà improntata sul cinema, proiettando pellicole di  anteprime nazionali e internazionali.

 La manifestazione, come sempre, vedrà il suo focus concentrato sull’esplorazione dei mondi del fantastico, dei linguaggi sperimentali e delle nuove tecnologie nell’ambito del cinema, della televisione  e delle artivisive. Il festival dedicato al cinema fantasy, sci-fi e horror, come ogni edizione prevede  due i concorsi ufficiali per il Premio Asteroide, dedicato al miglior lungometraggio di fantascienza e  per il Premio Melies d’Argento, riservato al miglior film fantastico e al miglior cortometraggio.

 Il “Trieste Science + Fiction”, prevede in cartellone tredici anteprime, tra cui il film di Neil Jordan, “ Byzantinium”,”The Colony” di Jeff Renfroe, l’horror-zombie “The Frankenstein’ Army”di Richard Raaphorst, “The Desert” di Cristoph Behl e il film  “Big Ass Spider” di Mike-Mendez, nonché altri titoli.

 “Spazio Italia”, quest’anno, proporrà le più recenti produzioni italiane di fantascienza e renderà  omaggio alla cinematografia di Antonio Margheriti, conosciuto con lo pseudonimo di Anthony M. Dawson, con la presentazione di un documentario sulla carriera del regista, nella serata del 2 novembre alla presenza del figlio Edoardo. Il  premio Oscar, Gabriele Salvatores,  durante la serata finale del 3 novembre riceverà il premio alla carriera Urania d’Argento.

Per la sezione “Classix” verrà invece proiettato, in versione integrale e ridigitalizzata, , “L’uomo che cadde sulla terra”, un classico del cinema sci-fi diretto da Nicholas Roeg nel 1976 con uno straordinario protagonista, anche se alle prime armi come attore, David Bowie.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 29-10-2013

Licia De Pasquale

X