Il punto G degli uomini si chiama punto L

La zona maschile da stimolare per far raggiungere un orgasmo intenso e prolungato  si chiama punto L e si trova tra i testicoli e l’ano.

Il punto G nelle donne è da sempre il sacro Graal dell’orgasmo perfetto e gli uomini si vantano scoperte e conquiste spesso non veritiere.

Leggi anche I nemici dell’orgasmo

Ma esiste un equivalente nell’anatomia maschile? Esiste ed è il punto L.

Si tratta della zona perineale, cioè quella posta tra i testicoli e l’ano, che, essendo particolarmente erogena, sarebbe capace di far raggiungere l’orgasmo ad un uomo con la sola stimolazione.

Il punto L è situato nella prostata, davanti al retto e al di sotto della vescica, la ghiandola che produce il liquido prostatico a  partire dalla pubertà, fondamentale per la salute degli spermatozoi. L’importanza del liquido prostatico è tale da far sì che il massaggio prostatico viene usato generalmente nella  medicina orientale come metodo per ridurre la sterilità e per limitare il rischio di prostite e ipertrofia prostatica.

La stimolazione del punto L e quindi della prostata durante il sesso, provoca quindi nel partner un piacere intenso e prolungato: al pari dell’orgasmo da punto G, quello da punto L è travolgente, lento, graduale e fluido.

Leggi anche Come stimolare il punto L

Inoltre, così come le donne fanno ginnastica pelvica per rafforzare il pavimento pelvico e raggiungere un benessere maggiore durante il rapporto sessuale, anche gli uomini potranno stimolare e rinforzare i muscoli che circondano la prostata, per  migliorare la tenuta del proprio punto L.

Gli esercizi per tenere in forma il proprio punto L consistono principalmente in stimolazioni esterne, in grado di migliorare la sensibilità del punto L e di migliorare la durata e la qualità dell’orgasmo, oltre che di mantenere lo stato di salute della propria prostata.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 28-02-2015

Lorenza Marotti

X