Ecco perchè il nostro cervello vicino al mare è più felice

E’ stato scientificamente provato: il nostro cervello quando si trova vicino al mare trasmette impulsi di felicità superiori rispetto ad un altro luogo.

chiudi

Caricamento Player...

Se il vostro partner non ama il mare e voi invece lo adorate, ora avete un arma in più per convincerlo a trascorrere le vacanze a due passi dall’acqua.

Molte prove scientifiche hanno dimostrato che andare al mare non solo fa bene, ma è necessario per la nostra mente.
Basta leggere il testo di Wallace J. Nichols: una dimostrazione concreta di come il mare possa essere favorevole a mente e corpo, senza controindicazioni.

Il volume raccoglie oltre dieci anni di ricerca scientifica che dimostrano come la vicinanza all’acqua stimoli il nostro cervello al rilascio di sostanze chimiche collegate alla felicità, come dopamina, serotonina e ossitocina.

In primo luogo non è da sottovalutare il fatto che noi siamo connessi all’acqua fin dal principio della nostra vita. Il corpo dei bambini è composto per il 75% da acqua: l’acqua è in noi da sempre.

Nichols scrive:

“Il cervello, che si trova nella nostra testa nella forma di un “fluido cerebrospinale chiaro e privo di colore”, reagisce con piacere all’acqua perché i nostri antenati vennero fuori dall’acqua ed evolsero le loro capacità dal nuotare allo strisciare fino al camminare. I feti umani, nelle prime fasi di sviluppo, hanno ancora strutture simili a fessure branchiali, e l’acqua nelle nostre cellule può essere paragonata a quella che si trova nel mare”.

Secondo uno studio citato nel libro, per calmarci a livello subconscio basta anche solo osservare il mare. Tramite risonanza magnetica funzionale, gli scienziati hanno notato che guardare immagini di natura fa attivare le parti del nostro cervello che rendono felici.

Al contrario, alla vista di paesaggi cittadini molto spesso subentra stress e tristezza.

Nichols cita uno studio del 2011 in cui una applicazione chiamata Mappiness ha tracciato i livelli di benessere di circa 22mila utenti.

Ai partecipanti veniva chiesto di valutare il loro grado di felicità in diversi momenti. La maggior parte di loro era felice quando si trovava vicino al mare.

Infine pare che il blu sia il colore preferito del mondo: viviamo in un pianeta che è principalmente fatto di sfumature d’acqua e cielo blu, è ovvio che il nostro cervello sorrida di fronte a questo spettacolo.