Il fenomeno delle spose bambine riguarda anche l’Italia

Le vendono, fingono un viaggio e strappano il biglietto di ritorno. Le fanno sparire. E’ la fine delle spose bambine nate e cresciute in Italia.

Nel mondo 13 milioni di minorenni l’anno, ovvero una media di 37mila al giorno diventano spose. Spose bambine.

Comunemente si pensa che questo avvenga solo in India, dove le bambine si rivoltano e lottano per la loro dignità di esseri umani; in Bangladesh, dove una sposa su tre ha meno di 15 anni; nello Yemen, dove il matrimonio precoce si basa su una vera e propria compravendita tra famiglie; in Egitto, ove il prezzo di una forzata vita di moglie è pari a 500 euro; in Iraq, dove la più piccola sposa ha 9 anni.

Non è così, non riguarda più solo la terra lontana.

Il fenomeno delle spose bambine si è diramato con l’ immigrazione e vive di omertà.

Ci sono anche in Italia: sono 2mila l’anno. 

« Sono immigrate di seconda generazione dai 10 ai 17 anni, nate e cresciute in Italia – rivela Alessandra Davide, responsabile del progetto “Matrimoni forzati” – Quando la famiglia vede in loro la ribellione al sistema culturale di provenienza, organizza un matrimonio nel Paese di origine e le allontana dall’Italia».

Ovviamente queste figlie vengono vendute al loro futuro marito.

«Le bambine improvvisamente scompaiono. La famiglia finge di aver organizzato un viaggio, magari perché un parente è malato. Una volta che nel Paese vengono ritirati i documenti, viene distrutto il biglietto di ritorno», spiega Alessandra Davide.

Le spose bambine, se restano incinta precocemente, rischiano la morte.

Anche chi non segue questi dettami “di tradizione familiare” rischia molto, come Hina di Brescia, che dopo aver rifiutato con tutte le forze il matrimonio, è finita in varie case sociali, per poi tornare in famiglia e trovare la morte dietro le mura domestiche. Fu uccisa e sepolta nell’orto.

Accade anche in Italia tutto questo, a un passo da noi. Magari sono i nostri vicini, o forse la sfortunata adolescente è compagna di classe dei nostri figli.

La loro salvezza può provenire solo da noi: fondamentali sono le denunce di insegnanti, amici, adulti illuminati.

ultimo aggiornamento: 04-11-2015

Daniela Cursi Masella

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X