Il basilico favorisce la digestione

Come alimento dona sapore e favorisce la digestione, in olio essenziale predispone alla concentrazione. Il basilico dona buonumore e dolci notti.

chiudi

Caricamento Player...

E’ tempo di basilico, pianta mediterranea tra i protagonisti dell’Expo 2015! E non solo per il profumo e l’aroma che dona ai nostri piatti, ma anche perché favorisce la digestione.

Il basilico contiene niacina, riboflaina, fibre, flavonoidi, vitamine E, A, C e sali minerali (potassio, magnesio, fosforo, rame, zinco, ferro).

Ha un’azione rilassante, antiossidante e digestiva.

Se il relax è quello che si vuole ottenere, si può assumere l’abitudine di bere una tisana al basilico prima di andare a dormire. Ansia e insonnia scompariranno insieme al bruciore di stomaco e ai problemi di digestione.

Questo è il periodo giusto per metterlo sulla nostra tavola, abbondando su primi piatti, pesce, o con un esclusivo pesto. Il basilico calma gli spasmi intestinali anche di origine nervosa.

Un unico consiglio: non usare i germogli e limitarsi alle foglie. Alcune ricerche hanno evidenziato che i germogli hanno proprietà tutt’altro che benefiche, arrivando a essere anche leggermente tossici per il fegato.

Quello che in pochi sanno è che il basilico contiene triptofano, che produce serotonina, la sostanza del buonumore. L’olio essenziale di basilico usato per l’ambiente aumenta la concentrazione e rilassa.

Se volete il basilico fresco a portata di mano, potrete piantarlo sul vostro terrazzo o giardino, tenendo a mente che:

– vuole un clima mite;

– richiede una quotidiana esposizione al sole pari ad almeno 6 ore;

– deve essere annaffiato al mattino o alla sera, a giorni alterni;

– non resiste a acquazzoni e grandine;

– esige un terreno morbido e drenante.

E poi un trucco: quando lo raccogliete, fatelo dall’alto.

Molti erroneamente credono di fare del bene alla pianta scegliendo le foglie più basse. E’ esattamente il contrario: il basilico si taglia dalle punte, appena sopra una delle sue biforcazioni.