I vincitori della 66esima edizione degli Emmy Awards 2014

La 66esima cerimonia di consegna degli Emmy Awards 2014, gli Oscar della Televisone, ha avuto luogo il 25 agosto al Nokia Theatre di Los Angeles.

chiudi

Caricamento Player...

La serata degli Emmy Awards 2014 è stata condotta da Seth Meyers, sceneggiatore e attore del Saturday Night Live, e, dal 24 febbraio 2014, conduttore del Late Night with Seth Meyers per la NBC, che ha premiato con il riconoscimento più ambito, quello di Miglior Drama, il già favorito “Breaking Bad”.

La serie ha prevalicato per la seconda volta serie di tutto rispetto come “Il trono di spade”, “House of Cards”, “Downton Abbey”, “Mad Men” e “True Detective” con protagonisti del calibro di Mattew Mc Conaughey e Woody Harrelson.

L’attrice non protagonista femminile di “Breaking Bad”, Anna Gunn alza il premio per la seconda volta mentre Aaron Paul, migliore non protagonista maschile, ha ringraziato i colleghi molto commosso.

Alison Jenney si è portata a casa due premi, uno per la sitcom “Mom” e uno per la serie drama “Masters of Sex”, che tornerà prossimamente su Sky Atlantic con la seconda stagione.

Bryan Cranston è stato premiato migliore attore drammatico ha dedicato il premio ai giovani che sono oggi come era lui augurando loro di trovare una passione cui dedicarsi.

Per le serie drammatiche che hanno protagonista una donna, dove “Breaking Bad” non concorreva, invece ha vinto Julianna Margulies, per il suo ruolo in “The Good Wife”, aggiudicandosi un premio che si pensava conteso tra le mani di Robin Wright, per “House of Cards”, che vedeva tra i nominati nel suo cast anche il protagonista maschile Kevin Spacey, e Claire Danes, per “Homeland”.

Per quanto riguarda le serie non drammatiche terzo successo da protagonista per Julia Louis Dreyfus, al terzo Emmy per il suo ruolo in “Veep” e Jim Parson, al quarto Emmy per il suo personaggio in “The Bing Bang Theory”. Ty Burrel ha invece vinto come migliore attore non protagonista in una serie non drammatica, per “Modern Family”, mentre Allison Janney ha vinto come migliore non protagonista femminile in una serie non drammatica, grazie al suo ruolo in “Mom“.

Immancabile nel corso della serata un momento molto toccante dedicato a Robin Williams, che della tv è stato grande protagonista. Una sua immagine su uno schermo e l’amico di sempre Billy Cristal a raccontare aneddoti per descriverlo e ricordarlo. Tra risate e commozione.

“Era il migliore amico che si potesse immaginare e oggi è molto difficile parlarne al passato, perché lui era molto presente nelle nostre vite e lo è stato per quarant’anni – ha detto Cristal -. Era la stella più luminosa e la sua luce continuerà a illuminarci e scaldarci. Robin Williams è un concetto”

https://www.youtube.com/watch?v=q86u0bDE17w

 Di seguito, l’elenco dei vincitori.

Miglior drama
Breaking Bad (Amc)

Miglior comedy
Modern Family (Abc)

Miglior miniserie
Fargo (Fx)

Miglior film-tv
The Normal Heart (Hbo)

Miglior attore protagonista di una serie drama
Bryan Cranston per il ruolo di Walter White in Breaking Bad (Amc)

Miglior attrice protagonista  di una serie drama
Julianna Margulies per il ruolo di Alicia Florrick in The Good Wife (Cbs)

Miglior attore protagonista  di una serie comedy
Jim Parsons per il ruolo di Sheldon Cooper in The Big Bang Theory (Cbs)

Miglior attrice protagonista  di una serie comedy
Julia Louis-Dreyfus per il ruolo di Selina Meyer in Veep (Hbo)

Miglior attore non protagonista di una serie drama
Aaron Paul per il ruolo di Jesse Pinkman in Breaking Bad (Amc)

Miglior attrice non protagonista di una serie drama
Anna Gunn per il ruolo di Skyler White in Breaking Bad (Amc)

Migliore attore non protagonista di una serie comedy
Ty Burrell per il ruolo di Phil Dunphy in Modern Family (Abc)

Miglior attrice non protagonista di una serie comedy
Allison Janney per il ruolo di Bonnie Plunkett in Mom (Cbs)

Miglior guest star femminile di una serie drama
Allison Janney per il ruolo di Margaret Scully in Masters of Sex (Showtime)

Miglior guest star maschile di una serie drama
Joe Morton per il ruolo di Rowan in Scandal (Abc)

Miglior guest star femminile di una serie comedy
Uzo Aduba per il ruolo di Suzanne ‘Crazy Eyes’ Warren in Orange Is the New Black (Netflix)

Miglior guest star maschile di una serie comedy
Jimmy Fallon come conduttore del Saturday Night Live

Miglior attore protagonista in una miniserie o film-tv
Benedict Cumberbatch per il ruolo di Sherlock Holmes in Sherlock: His Last Vow (Bbc)

Miglior attrice protagonista  in una miniserie o film-tv
Jessica Lange per il ruolo di Fiona Goode in American Horror Story: Coven (Fx)

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film-tv
Martin Freeman per il ruolo di John Watson in Sherlock: His Last Vow (Bbc)

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film-tv
Kathy Bates per il ruolo di Delphine LaLaurie in American Horror Story: Coven (Fx)

Miglior sceneggiatura per una serie drama
Ozymandias (Breaking Bad, Amc), scritto da Moira Walley-Beckett

Miglior regia per una serie drama
Who Goes There (True Detective, Hbo), diretto da Cary Joji Fukunaga

Miglior sceneggiatura per una serie comedy
So Did The Fat Lady (Louie, Fx), scritto da Louis C.K.

Miglior regia per una serie comedy
Vegas (Modern Family, Abc), diretto da Gail Mancuso

Miglior sceneggiatura per una miniserie o film-tv
Sherlock: His Last Vow (Bbc 1), scritto da Steven Moffat

Miglior regia per una miniserie o film-tv
Buridan’s Ass (Fargo, Fx), diretto da Colin Bucksey

Miglior casting per una serie drama
True Detective (Hbo)

Miglior casting per una serie comedy
Orange Is The New Black (Netflix)

Miglior casting per una miniserie o film-tv
Fargo (Fx)