I saldi confermano Sarenza il sito di ecommerce preferito per le scarpe dagli italiani

Sarenza registra il primo record dell’anno sul mercato italiano con un aumento del 70% degli acquisti via mobile

chiudi

Caricamento Player...

Gli italiani vanno matti per i saldi, soprattutto quando le percentuali di sconto sono invitanti e il freddo arriva all’improvviso dopo un autunno mite che non ha di certo giocato a favore della stagione AI 2015-2016. Stéphane Treppoz, CEO di Sarenza: “I saldi si confermano un’occasione di acquisto cruciale che, in alcune stagioni dal clima atipico come questa, possono fare la differenza.” Complici questi due elementi, uniti alla vastissima scelta e al servizio eccellente, il sito italiano di Sarenza ha registrato un incremento record nelle vendita online: +55% rispetto ai saldi invernali 2015.

L’Italia rivela sempre più il suo lato ecommerce addicted

Gli analisti lo ripetono da mesi e i dati lo confermano: l’ecommerce è una tendenza in crescita in Italia, che sta recuperando quote rispetto al resto d’Europa. Se si conta che ad oggi gli e-buyers italiani siano circa il 25% dell’intera popolazione, gli utenti di Sarenza in Italia sono veri trend-setter, tanto che si registra durante i saldi un aumento del 70% degli acquisti via smartphone. Sviluppare release sempre aggiornate e performanti delle app è fondamentale: Sarenza ha lanciato di recente la nuova applicazione mobile per rendere l’esperienza d’acquisto sempre più piacevole e facile anche da device. In Francia, casa madre di Sarenza, l’app è ai vertici della classifica delle app più scaricate da Apple Store.

Gli italiani e gli acquisti online: quando e cosa comprano

Gli italiani continuano a preferire il primo pomeriggio per fare gli acquisti online. Il sito italiano di Sarenza ha registrato infatti picchi tra e le tra le 14.00 e le 16.00.

“Gli e-buyers sono consumatori sempre più organizzati: non solo creano le wish list dei prodotti preferiti, ma la vigilia dei saldi creano il loro “cestino di acquisti” che completano allo scoccare delle promozioni per non perdere quel paio di scarpe tanto desiderato ed inseguito” – continua Stéphane Treppoz, CEO di Sarenza.

Così come non sorprende che siano Milano e Roma i due grandi centri urbani a contendersi il primato di città italiane maggiormente shoes-addicted, seguite subito dopo da Torino e Napoli.

Il modello più venduto finora? Dopo mesi di dominio incontrastato delle sneakers, questa volta sono gli stivali i veri re dei saldi; anche in questo caso le condizioni climatiche hanno avuto probabilmente un peso nelle decisione di acquisto.

Le tendenze ecommerce nel 2016: il consumatore al centro

Essere uno dei maggiori player di ecommerce in Europa consente di poter accedere ad un vasto bacino di informazioni da analizzare per cogliere tendenze sul nascere; è quello che fa Stéphane Treppoz, CEO di Sarenza: “Consumatori organizzati ma anche consapevoli: le parole chiave dell’ecommerce nel 2016 saranno customizzazione e crazy delivery. Customizzazione perché il cliente e le sue esigenze specifiche dettano legge su internet ed hanno tempistiche rapidissime: la customer journey dovrà essere sempre più customized. Crazy delivery intesa come riduzione al massimo del click to delivery time. L’ecommerce non consente ancora la gratificazione istantanea da acquisto pur avendo una forte componente di impulso. Stiamo lavorando quindi per ridurre al minimo il tempo che trascorre tra ordine e consegna mettendo ancora una volta i nostri utenti e i loro desideri al centro di ogni nostra azione”.

Tutti i numeri di Sarenza:

Settembre 2005: L’esperto delle scarpe internazionale nasce in Francia.

Luglio 2014: Sarenza effettua una raccolta fondi di 74 milioni di euro per consolidare la sua leadership francese e accelerare il suo sviluppo internazionale, soprattutto nei 26 paesi dove é già presente.

Settembre 2014: Dopo essersi fatto conoscere per 8 anni come l’esperto nella vendita di scarpe online, Sarenza lancia il suo marchio con 80 modelli unici venduti esclusivamente online.

Marzo 2015: Sarenza é eletta per la terza volta consecutiva Great Place To Work nella categoria “Compagnia con meno di 500 impiegati”.

Aprile 2015: Sarenza supera i 165 milioni di euro di vendite.

Maggio 2015: Sarenza distrubuisce in 27 paesi dell’Unione Europea e Svizzera.

Ottobre 2015: Sarenza festeggia 10 anni e quota 300 dipendenti .

Gennaio 2016 : 5 milioni di clienti e più di 15 milioni di prodotti dalla sua creazione.