I consigli per superare il passaggio all’ora legale

Sabato 28 marzo gli italiani dovranno spostare le lancette dell’orologio un’ora in avanti, e le nostre abitudini di sonno ne risentiranno. Scopriamo insieme come fare a passare indenni all’ora legale!

chiudi

Caricamento Player...

La primavera è arrivata e come di consueto nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo ci sarà il passaggio all’ora legale.

Con l’ora legale dovremo spostare le lancette degli orologi un’ora in avanti, giadagnando in luce solare, ma scombussolando per un periodo le nostre abitudini di sonno.

Leggi anche: Il sonno: quante ore dormire per notte

Il passaggio all’ora legale porta con sè una serie di conseguenze negative sull’umore, soprattutto per le fasce d’età più sensibili come gli anziani e i bambini.

Uno dei principali effetti del passaggio all’ora legale è l’insonnia, a causa dell’ora in meno dedicata al sonno, da cui ne conseguono sbalzi d’umore e depressione.

Ma i piccoli traumi legati alla mancanza di sonno possono essere affrontati e superati.

Vediamo insieme come:

Risincronizzate il vostro ritmo circadiano: il ritmo delle ore quotidiane dedicate alle attività e quelle destinate al riposo va riprogrammato in vista del passaggio all’ora legale. Se siete persone serotine l’ottimale è  andare a letto prima nei giorni precedenti il passaggio all’ora legale e alzarsi un po’ più presto del solito nel week end del cambio dell’ora.

Fate attività fisica: l’attività fisica aerobica attenuerà gli effetti ormonali dei cambiamenti legati al meno sonno. Approfittate dell’ora in più di luce per scaricare ansia e tensioni all’aria aperta.

Attenzione alla cena: per dormire bene è importante alimentarsi nel modo giusto, non saltare la cena o addormentarsi subito dopo una cena particolarmente pesante. La dieta ideale per favorire il sonno prevede gli zuccheri lenti come pomodori, riso, pasta e pane, i latticini, le banane, i mandarini, i datteri e i fichi.