Heather Parisi si scaglia contro Nemica Amatissima, ecco perché

Terminate le due serate di Nemica Amatissima con Lorella Cuccarini, dal suo blog Heather Parisi si è duramente scagliata contro il programma di Rai 1.

chiudi

Caricamento Player...

Le due puntate di Nemica Amatissima, lo show che ha visto come protagoniste assolute le due indiscutibili ballerine e showgirl più apprezzate degli anni ’90, Lorella Cuccarini e Heather Parisi, si è ormai concluso. Non mancano, tuttavia, gli strascichi polemici, soprattutto da parte della Parisi che si è sentita un ospite e non una protagonista, lanciando così parole al veleno contro lo show e pubblicate in un lungo post sul suo blog.

Heather Parisi: “Piano piano il mio entusiasmo si è affievolito, ma non è mancato il mio impegno”

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/HeatherParisiOfficialFansClub/photos/a.1218163218269623.1073741883.348821035203850/1233871406698804/?type=3&theater
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/HeatherParisiOfficialFansClub

Nel corso, soprattutto, della prima puntata di Nemica Amatissima, Heather Parisi ha sottolineato di non voler ballare per non diventare la caricatura di se stessa: “Pensare di danzare oggi anche solo lontanamente come facevo un tempo, è una follia. A 56 anni potrei essere solo la patetica controfigura di me stessa come ballerina. Chi nega questo non conosce la danza. Lorella la pensa diversamente e la rispetto. Ma io ho sempre detto che non avrei ballato, e non lo farò”.

Il suo modo di essere, forse, l’ha messa in secondo piano rispetto all’altra stella del programma, Lorella Cuccarini. Leggiamo sul suo blog: “Sono arrivata in Italia piena di entusiasmo e di idee. A giugno mi sono fatta commuovere da parole e da promesse che non hanno mai visto la luce. Avevo detto: “Non voglio un programma di nostalgia, ma un programma impregnato di autoironia e che guardi avanti. Voglio dare spazio a ballerini giovani e ballare con loro non da protagonista, ma al loro servizio. Voglio prendermi in giro e non terribilmente sul serio. Voglio sketch, ospiti internazionali e tanta musica. Voglio raccontare due donne diverse. Voglio uno show che si ispiri al Saturday Night Live”.    

Ha poi aggiunto: “Una volta arrivata in Italia è stato un susseguirsi di no, ad ogni mia proposta, ad ogni mia idea, ad ogni mio sussulto artistico. Ho un sacro rispetto e una sincera ammirazione nei confronti di tutti gli incredibili ospiti di Nemicamatissima, ma mi devono spiegare per quale strana coincidenza i desideri della mia nemica amatissima siano stati esauditi e i miei no. Ho chiesto di costruire una storia che raccontasse le due protagoniste, attraverso duetti cantati alla Corben, sketch alla Maya Rudolph, ma non c’è stato verso e la risposta è stata sempre la stessa: facciamo televisione di successo da 20 anni e sappiamo come funziona. E così alla fine sono stata mandata sul palcoscenico in attesa che qualcosa accadesse e solo di rado ho incrociato la mia nemica amatissima. Piano piano il mio entusiasmo si è affievolito anche se non è mai mancata la mia totale dedizione e il mio massimo impegno. Ma questi da soli non bastano a fare un bel programma”.