Guerra su Facebook fra Francesco Facchinetti e un commentatore

Francesco Facchinetti replica alle accuse di un tizio che sulla pagina di un sito di news bergamasco lo aveva dipinto come un bullo e un drogato.

chiudi

Caricamento Player...

Francesco Facchinetti non è uno che si tiene le cose, anzi, quando viene attaccato replica sempre con grande veemenza. Vi avevamo parlato della sua seconda paternità, visto che la compagna, la brasiliana Wilma Helena Faissol è incinta.

Leggi anche: Seconda paternità per Francesco Facchinetti, la compagna Wilma Helena Faissol al quinto mese

Naturalmente molti siti hanno ripreso la notizia e l’hanno diffusa anche sulle proprie pagine dei social-network, Facebook soprattutto. Lo ha fatto anche Bergamonews, che però ha scatenato una tremenda polemica fra il cantante e un commentatore, che ha usato parole molto dure in un commento alla pagina.

Il tizio in questione ha dipinto così Francesco Facchinetti:

“Quest’ “uomo”andava alla Leonardo da Vinci di Bergamo. Frequentava un giorno a settimana, quando c’era faceva solo casino, rompeva le scatole a chi veniva considerato “lo sfigato della classe” e attaccava a provarci con qualunque ragazza respirasse anche durante le lezioni. Ai test non c’era mai ma li passava a pieni voti (li pagava? Boh). Dico io…come fanno a stare insieme ad un personaggio del genere? Una cosa che mi fa ridere viene da Wikipedia: “Francesco si è sempre dichiarato contrario all’utilizzo di qualsiasi droga”. Si sfondava di canne e tirava di coca! Quando io ho finito la quinta, lui stava ripetendo (ancora) la quarta ed abbiamo tre anni di differenza. Ho detto tutto. Leggendo anche i commenti di tanti altri, di questo uomo non frega nulla a nessuno. Si può anche fare a meno di scrivere articoli su questo uomo”.

Parole veramente durissime, alle quali però Facchinetti ha replicato annunciando anche una azione legale:

“Caro D., io ho fatto le elementari e le medie al Ballerini di Seregno e il Liceo Classico al Don Gnocchi di Carate Brianza. Forse chi prendeva sostanze stupefacenti non ero io. Domani penserò come querelarla. Buona serata”.

Una vicenda piuttosto spiacevole.