Altri guai per Oscar Pistorius: lite in discoteca con un ex amico

Ancora guai per Oscar Pistorius, finito alle mani in disco a Johannesburg con un ex amico, Jared Mortimer, e in attesa di giudizio per il processo Steenkamp.

chiudi

Caricamento Player...

I tempi in cui era un mito per tutte le persone affette da disabilità motorie, di cui era divenuto simbolo di integrazione e riscatto, sono maledettamente lontani.

Anche perché Oscar Pistorius non riesce a tenersi lontano dai guai. Libero su cauzione in attesa del verdetto al processo che lo vede accusato di aver assassinato la fidanzata Reeva Steenkamp, l’atleta sudafricano ha pensato bene di restare coinvolto in una rosa nella sala privè di una discoteca di Johannesburg.

Oscar Pistorius è venuto alle mani con un ex amico, Jared Mortimer, episodio confermato dalla portavoce dello sportivo:

“Oscar si trovava nel locale insieme a suo cugino quando Mortimer ha iniziato ad offenderlo su argomenti relativi il processo”, è la versione dell’addetto stampa Anneliese Burgess. “Oscar ha solo chiesto di essere lasciato in pace”.

Completamente diversa la versione fornita da Jared Mortimer:

“Era ubriaco e appena mi ha visto mi ha detto: ‘ecco l’infame Mortimer, un altro di quelli che mi hanno voltato le spalle’. Poi mi ha tirato un cazzotto in pieno petto e mi ha preso per il collo. Iniziando a dirmi che non sarei mai stato alla sua altezza”.

Inoltre, Pistorius si sarebbe vantato di essere talmente potente da aver messo in scacco la polizia e lo stesso presidente sudafricano Zuma.

Altri guai, dunque. In attesa di un verdetto che potrebbe piombare da un giorno all’altro come una scure sulla testa.