Grey Models una silenziosa, ma significativa inversione di tendenza

Il mondo della moda sta aprendo le porte alle indossatrici più morbide e alle grey models, alla faccia della magrezza e delle giovane età.

chiudi

Caricamento Player...

Stilisti e designer amano sempre di più le grey models e ormai si parla di una vera e propria invasione:  durante la fashion week parigina H&M, ha mandato in passerella una leggenda tra le indossatrici di moda, la 65 enne Pat Cleveland. E a Londra un’agenzia specializzata riceve sempre più richieste in questo senso dalle case di moda.

Pat Cleveland, conosciuta con il nome di “Catwalk Queen”, ha rivoluzionato le sfilate negli anni 70 esibendosi in perfomance di danza & moda. All’epoca era imitata da tutte le indossatrici, come Jerry Hall che improvvisava show negli show. Oggi è la figlia Anna von Ravenstein, 28 anni, a seguirne le orme: la modella ha animato la recente sfilata di Moschino a Milano con uno spettacolo a fine catwalk.

Il concetto stesso di bellezza è ribaltato

Se nel corso degli anni abbiamo convissuto con l’ideale di perfezione assoluta, fatto di misure ben precise e canoni estetici studiati ad hoc, si è arrivati alla consapevolezza che non tutti sono disposti a ritocchi e diete proibitive per raggiungere il fascino assoluto. C’è chi, come le grey models, esce dalle righe, facendo delle proprie imperfezioni il cavallo di battaglia andando contro corrente e ribaltando i prototipi.

In Gran Bretagna è nata un’agenzia per modelle mature che promuove sulle copertine dei femminili e nei servizi di moda donne che hanno ormai passato i quaranta, i cinquanta e persino i sessant’anni. E che sembrano molto felici del proprio aspetto. L’agenzia in questione si chiama Grey Models e la fondatrice è Rebecca Valentine, convinta che il pubblico debba cambiare la percezione della bellezza.

Non appena l’agenzia ha debuttato a Londra, Valentina racconta che moltissime donne non più giovanissime l’hanno contattata perché desideravano entrare nei “book”. La fondatrice però si immaginava che i suoi principali clienti sarebbero stati marchi di assicurazioni sulla vita o servizi privati per gli anziani.

Fonte Immagine: Wikipedia