Grandi critiche per la fiction L’Oriana

Stasera in onda la seconda e ultima puntata della mini serie di Rai1, L’Oriana, con Vittoria Puccini nei panni di Oriana Fallaci.

Rai1 dedica ad Oriana Fallaci una fiction evento, L’Oriana,  in due serate (stasera 17 febbraio la seconda e ultima puntata) e tutti gli occhi sono puntati sull’interpretazione fatta da Vittoria Puccini e in generale sulla resa cinematografica di una delle giornaliste più amate, seguite e discusse della storia italiana.

La storia comincia dagli ultimi anni di Oriana Fallaci, quando, già malata di cancro si trasferisce da New York a Firenze nella sua casa per riordinare i suoi scritti, il suo archivio.  E’ lì che conosce Lisa, mandata dall’ Università di Firenze per aiutarla ed entusiasta di poter conoscere l’Oriana di cui ha letto e apprezzato libri e interviste.

Nasce così un confronto tra le due donne provenienti da due generazioni completamente diverse e la Fallaci racconta così alla giovane tutte le esperienze più significative della sua vita pescando dal cappello dei ricordi.

“Se vogliono fare i film su di me, che li facciano quando sarò morta. Non affiderei mai a un’altra persona la storia della mia vita” diceva Oriana Fallaci.

“Se fosse ancora viva, sarei terrorizzata al pensiero che vedesse il film” aveva dichiarato Vittoria Puccini all’anteprima de L’Oriana.

E chissà cosa direbbe ora la Fallaci della fiction L’Oriana; stando alle critiche sui principali giornali e a quanto si legge su Twitter pare non sarebbe affatto contenta.

L’Oriana è stata definita addirittura una telenovelas di second’ordine, un prodotto che semplifica e ridicolizza la storia e la carriera di una delle più grandi e controverse giornaliste italiane.

Anche la regia e i dialoghi vengono presi di mira: pakistani e vietnamiti che parlano un perfetto italiano, americani che si esprimono in inglese doppiato non perfettamente e l’ Oriana che solo in vecchiaia acquista l’inflessione dialettale toscana.

Vediamo cosa dicono su Twitter:

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 17-02-2015

Lorenza Marotti

X