Gli ultimi dubbi stanno scomparendo: Massimo Bossetti sembra essere il responsabile della morte di Yara

Secondo le ultime ricostruzioni, Yara Gambirasio, il 26 novembre 2010, sarebbe salita sul furgone di Massimo Bossetti per andare incontro alla morte.

Massimo Bossetti è sempre più additato come l’unico responsabile della piccola Yara Gambirasio.

Le ultime analisi hanno rivelato che, sui leggings che la tredicenne indossava quando venne uccisa, ci sarebbero fili del sedile del camioncino del suo presunto assassino Bossetti.

Una nuova prova che incastrerebbe sempre più Massimo Bossetti alle sue responsabilità.

Nelle aule dei tribunali, indizi come questo vengono chiamati: “prove regine” quelle cioè che scrivono la parola fine a dubbi e perplessità.

Dopo il Dna di Bossetti rinvenuto sugli slip e sui leggings di Yara, ci sarebbe ora quest’altro importante elemento che, secondo la pubblica accusa, lo inchioderebbe definitivamente.

La comparazione scientifica ha dimostrato che quei fili di stoffa rinvenuti sulla parte esterna dei leggings della ragazzina appartenevano proprio al tessuto delle poltroncine dell’Iveco Daily di Bossetti: una prova che dimostrerebbe tutta la colpa di Massimo Bossetti, mentre la presenza del camioncino bianco vicino alla palestra frequentata da Yara era già stata verificata sia dalle telecamere che dalla testimonianza di un passante.

Come per il Dna trovato sul corpo della povera Yara, anche per i fili del tessuto dei sedili del furgone, preziosa è stata l’attività svolta dai carabinieri del Ris che sono riusciti a ricostruire il puzzle di un delitto che inizialmente sembrava destinato a non trovare mai un colpevole.

Invece, la parola fine sembra essere sempre più vicina.

Restano comunque aperti alcuni interrogativi: come ha fatto Bossetti a convincere la piccola Yara a salire a bordo? Forse l’ha minacciata?Una domanda che ancora non trova risposta.

Massimo Bossetti, difeso dall’avvocato Claudio Salvagni, continua a dichiararsi innocente anche se, alcuni giorni fa, la perizia sul suo computer ha rivelato la sua ossessione per «vergini tredicenni rosse», come Yara. Ma lui insiste nel respingere le accuse.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 17-02-2015

Emanuela Bertolone

X