Gli errori che portano alla fine di una storia d’ amore

Evitare sempre di metterlo sotto pressione come fosse in galera. Questo il concetto di una sana storia d’ amore.

Le commedie americane ci hanno cresciute con il sogno del grande amore. Gli sguardi e i gesti romantici al limite della follia dietro al grande e piccolo schermo, ci hanno fatto idealizzare la storia d’ amore. Peccato che nessuno ci abbia raccontato come sia andata a finire tra Edward (Richard Gere) e Vivian (Julia Roberts) in Pretty Woman. Nessuno ci ha mostrato la vita di Rose (Barbara Streisand) e Gregory (Jeff Bridges) in L’amore ha due facce.

Siamo per lo più certe che non avranno campato solo di sogni e romanticherie. Sicuramente, oltre all’amore, le donne in questione avranno utilizzato un pizzico di furbizia. La furbizia, spesso, salva la vita amorosa.

Ecco allora 5 errori da non commettere se vogliamo un rapporto duraturo. La parola d’ordine è “no pressing”.

Non sei sua madre

Ripetiamolo spesso dentro di noi, quando esageriamo nel prenderci cura di lui. Ricordiamocelo quando lo sgridiamo come fosse un figlio.

I costanti rimproveri bruciano ogni genere di attrazione fisica.

Mai trascurare le amicizie

Siamo sposate, o fidanzate, mica morte! Non è assolutamente giusto rinunciare a quanto di buono avevamo intorno prima di incontrarlo. Stare insieme a qualcuno non vuol dire isolarsi. Non c’è nulla di male nell’uscita con le amiche. Sbagliamo se ci rinunciamo per il timore che lui possa fare lo stesso. Non è imprigionandovi che resterete insieme.

Non siate dipendenti da lui

E’ una chiara dimostrazione di inferiorità che non sortirà l’effetto che crediamo. Qualunque uomo sano di mente vuole accanto una donna che ha qualcosa da raccontare. Non rinunciamo a interessi e momenti solo nostri.

No alla presunzione

Presunzione e capriccio vanno a braccetto. Cerchiamo di essere mature. Siamo donne, non poppanti. Poi la presunzione è molto limitativa.

C’è un filo conduttore in tutti questi consigli: evitare di essere opprimenti. Il pericolo sarebbe quello di risultare infantili.

ultimo aggiornamento: 06-11-2015

Daniela Cursi Masella

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X