L’acqua il miglior alleato per il tuo benessere fisico

L’acqua il miglior alleato per il tuo benessere fisico

Fa bene alla salute, aiuta il metabolismo ed è per questo motivo un valido aiuto anche per il dimagrimento.

L’acqua è il più potente alleato del tuo corpo, specialmente d’estate: l’idratazione permette infatti di “nutrire” i muscoli e dà inoltre un senso di sazietà che contribuisce a rimanere in forma più a lungo. L’organismo ha bisogno di acqua ed è bene sottolineare che non occorre aspettare di sentire il bisogno di bere: al contrario, la sete va anticipata perché nel momento in cui il corpo richiede l’apporto di acqua è già leggermente disidratato.

L’acqua oltre a idratare l’organismo ha molteplici effetti benefici: per esempio mantiene la pelle elastica e la protegge dalle aggressioni esterne come il sole e il vento, riduce il mal di testa e aiuta nella digestione.  Mai fare a meno dell’acqua, a casa, in giro per la città o in ufficio.

Acqua del rubinetto o no? 

A proposito di acqua, spesso si è portati a pensare che l’acqua del rubinetto faccia male all’organismo, contenga sostanze dannose e non sia abbastanza controllata. Niente di più sbagliato: l’acqua che arriva dai rubinetti di casa, nel nostro Paese, è monitorata in modo tale che vengano tenuti sotto controllo i parametri microbiologici, chimici e fisici stabiliti per legge.

gasatori sodastream
gasatori sodastream

Ma di che tipo è l’acqua che arriva dall’acquedotto? In Italia molta di essa può essere classificata come oligominerale. Questo vuol dire che si parla di residuo fisso che va da 50 mg/l a 500 mg/l. 

Spesso si lamenta un sapore fastidioso di cloro: il rimedio? Riempire un bicchiere o una brocca e lasciarla decantare: il cloro evaporerà. 

Si parla anche del livello di calcare presente, ma ci sono studi che hanno evidenziato una correlazione positiva tra la durezza dell’acqua e la minor incidenza di problemi cardiovascolari. Questo perché il calcare è composto da acqua e magnesio.

Quindi l’acqua del rubinetto è buona e sicura.

L’acqua frizzante gonfia davvero? Le risposte

Falsi miti sull’acqua del rubinetto ma anche sull’acqua frizzante. Fa gonfiare? Fa addirittura male?

In realtà sulla questione “gonfiore” è intervenuto a supporto lo studio pubblicato sulla rivista scientifica“Nutrition, Metabolism e Cardiovascular diseases”, che in Italia fa riferimento alla Società di Diabetologia e Malattie del Metabolismo.

 Secondo lo studio in questione, l‘anidride carbonica esercita una leggera azione stimolante sulla produzione gastrica di acido cloridrico, che può aiutare le persone che soffrono di digestione lenta. E per i casi di reflusso, non sono le bollicine eventualmente a favorire o a peggiorare il disturbo.

L’acqua frizzante fa gonfiare la pancia o ingrassare? In realtà il gas favorisce lo svuotamento dello stomaco e quindi favorisce la digestione.

Gasatore domestico e impatto sull’ambiente

Appurato che l’acqua gasata non fa male all’organismo e che quella del rubinetto è assolutamente controllata e sicura, per coloro che preferiscono l’acqua frizzante ecco che una soluzione può essere quella di utilizzare dei gasatori domestici. Ce ne sono molti in commercio ma, secondo un recente test di Altroconsumo, i migliori su tutti i fronti sono i gasatori SodaStream.

I gasatori SodaStream sono anche un’ottima scelta ecologica, considerato che una singola caraffa può essere utilizzata per almeno tre anni e –– può far ridurre il consumo di una famiglia fino a 1000 bottiglie di plastica usa e getta all’anno.

Considerando che l’80% delle bottiglie di plastica non viene riciclato è un bel vantaggio per l’ambiente.

Sodastream ha attivato sul proprio sito anche un calcolatore, realizzato in collaborazione con LifeGate, in grado di quantificare l’emissione di CO2 sulla base delle proprie abitudini di bere acqua e bibite e promuovere così un atteggiamento più responsabile. Per esempio due litri d’acqua minerale al giorno, una bibita gasata il pomeriggio e una birra fresca la sera equivalgono a 62,8 Kg di emissioni di CO2, pari a 4,8 litri di carburante utilizzato per il trasporto e a 24,8 kg di rifiuti generati per produrre le bottiglie e le lattine delle bibite consumate.

ultimo aggiornamento: 07-08-2019

X