Fumo passivo: fa male agli umani ma anche agli animali

La vita dei nostri amici a quattro zampe infatti potrebbe essere messa seriamente a rischio per colpa del fumo passivo

chiudi

Caricamento Player...

La PDSA, un’associazione britannica che tutela la salute degli animali da compagnia ha lanciato un allarme in merito al fumo passivo: lo stesso infatti farebbe male anche ai nostri amici animali.

La vita dei nostri fedeli infatti potrebbe essere messa seriamente a rischio per colpa della sigaretta esattamente come per noi umani.

Secondo gli scienziati britannici, i cani e i gatti che vivono con i fumatori hanno il doppio delle probabilità di sviluppare alcuni tipi di cancro rispetto agli animali domestici che vivono in famiglie in cui nessuno fuma.

E non solo: sembrerebbe che il fumo passivcolpisce gli animali domestici molto più velocemente rispetto all’uomo.

Il problema principale per gli animali è che il fumo di sigaretta incide pesantemente sulla loro salute, almeno quanto accade con i bambini, che respirano più fumo rispetto agli adulti visto che camminano più “in basso”. Il fumo può anche attaccarsi alla pelliccia degli animali. In questo modo, quando essi si puliscono, ingeriscono le tossine depositate sul loro pelo, esponendosi ancora di più alle sostanze chimiche nocive presenti nella sigaretta.

Non solo cani e ai gatti, ma anche i canarini e i pappagalli, sono a rischio perché possono ammalarsi di polmonite, che spesso è letale.

Un altro pericolo in cui incorrono i nostri amici a quattro zampe, è quello dalla possibilità di inghiottire i mozziconi di sigaretta lasciati in giro.

Cosa si può fare per proteggerli?

Va da sé che la soluzione sarebbe smettere di fumare. In alternativa, per chi proprio non volesse rinunciare alla sigaretta, sarebbe opportuno seguire dei piccoli accorgimenti, come fumare all’aperto, aerare spesso le camere e fare in modo che cicche e posaceneri siano sempre fuori dalla portata dei nostri amici a quattro zampe.