Il settore degli elettrodomestici per la casa è in continua evoluzione; i prodotti già esistenti vengono costantemente aggiornati e migliorati, così da risultare più efficienti e funzionali.

In aggiunta, le aziende produttrici non lesinano sforzi per sviluppare nuove soluzioni, in grado di aumentare la qualità di ogni aspetto della vita domestica, puntando sul risparmio energetico, la connettività etc.

L’ambiente domestico che, più di ogni altro, è connesso all’uso degli elettrodomestici è la cucina; non a caso, le principali innovazione del settore riguardano molto spesso l’ambiente della casa destinato alla preparazione dei pasti. Tra le più recenti novità vi è senz’altro la friggitrice ad aria: in questo articolo vediamo di cosa si tratta e quale modello scegliere in base alle proprie preferenze ed esigenze.

Cucina

Come funziona

Spesso indicata anche come “friggitrice senza olio”, questo particolare elettrodomestico consente di effettuare una cottura simile a quella delle comuni friggitrici, ma senza ricorrere all’olio. Ciò è possibile perché la friggitrice ad aria sfrutta lo stesso principio di quelle convenzionali: cuocere l’alimento utilizzando un vettore per trasmettere il calore all’alimento in cottura. Durante la frittura ad olio (o con un altro grasso), il cibo viene cotto grazie al calore veicolato da quest’ultimo. Nella camera di cottura delle friggitrici ad aria, il ‘veicolo’ non è l’olio bensì l’aria calda, che raggiunge temperature tali (200°) da cuocere completamente i cibi.

I vantaggi offerti dalla cottura ad aria sono notevoli, specie dal punto di vista salutistico, in quanto si evita di impiegare grassi per cuocere i cibi; in aggiunta, non si producono residui di scarto (l’olio esausto). Di contro, poiché si tratta di un elettrodomestico alimentato a corrente elettrica, il dispendio energetico è notevole, anche se parzialmente controbilanciato dal mancato utilizzo del gas.

Come sceglierla

Le friggitrici ad aria presentano una vasta gamma di caratteristiche e funzionalità; ragion per cui, la scelta del modello da acquistare può risultare più ostica del previsto, specie quando alcune differenze risultano sostanziali. Per farsi un’idea di quali e quante siano le opzioni disponibili sul mercato, è possibile consultare le recensioni comparative redatte dal portale specializzato smartdomotica.it, all’interno del quale sono riportate le principali specifiche di un’ampia scelta di prodotti, tra i quali è possibile individuare la miglior friggitrice ad aria in base alle proprie necessità.

Tra gli aspetti da tenere in considerazione quando bisogna scegliere una friggitrice ad aria vi sono:

  • la capienza: questa è forse la caratteristica più distintiva di questo genere di elettrodomestici. Alcuni modelli hanno una capacità molto ridotta (poco più di un litro), altri invece hanno una camera di cottura che raggiunge i 9 litri. Ciò nonostante, le dimensioni sono piuttosto standard (così come il peso) ma cambia di molto il numero di porzioni che possono essere preparate in una volta sola: si va da un minimo di due ad un massimo di dieci;
  • le funzionalità; molte friggitrici ad aria consentono di scegliere tra diverse modalità di cottura: frittura, cottura, griglia, arrosto e gratinatura, alle quali si aggiungono altre funzioni, disponibili solo nei modelli di fascia alta;
  • gli accessori: anche in tal caso, le friggitrici più accessoriate sono quelle di fascia più alta. La dotazione più completa include vassoio, cestello per la frittura e spiedo;
  • l’utilizzo previsto: come per ogni altro elettrodomestico, anche la friggitrice ad aria va scelta in base all’uso che, prevedibilmente, se ne farà. Da questo punto di vista, meglio optare per un modello più capiente e potente se si prevede di adoperare la friggitrice con continuità o per preparare un cospicuo quantitativo di cibo; di contro, per usi sporadici e ‘personali’ (porzioni singole o doppie), è consigliabile virare su soluzioni più pratiche.

ultimo aggiornamento: 23-07-2021


Magliette personalizzate per ogni occasione: must have per l’estate

Come rafforzare le difese immunitarie?