Scoppia la polemica per una frase sulle prostitute espressa da Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi, intervistato a “La Gabbia”, ha difeso l’operato di chi fa il mestiere più antico del mondo e ha raccontato un aneddoto un po’ particolare.

chiudi

Caricamento Player...

Vittorio Sgarbi non è certo uno che ha peli sulla lingua e quando c’è da dire qualcosa lo fa senza timore delle ripercussioni. Così è andata anche stavolta, quando ospite del programma “La Gabbia” ha espresso il suo parere riguardo la spinosa questione della prostituzione nel nostro paese, esprimendo la sua opinione e raccontando un aneddoto decisamente a luci rosse:

“Non ho mai pagato per fare sesso, al massimo qualcuna ha pagato me. Ma una cosa la dico. Le prostitute hanno un’etica professionale altissima. Una volta ero a Milano e ne incontrai una nera bellissima, con i denti bianchi. Veniva dal Camerun. Passavo spesso da quella via ed era sempre piena di tr*** splendide. Una sera decisi di darle cinquanta euro. Ma così, non per farci qualcosa. Lei mi chiese: “Cosa devo fare?” e io: “Niente, tieniti questi soldi”. A quel punto lei ha tirato fuori un uccello di gomma e ha cominciato a penetrarsi ripetutamente, sempre con questo sorriso splendido stampato in faccia. Non poteva concepire l’idea di ricevere soldi per non lavorare. Più etica professionale di questa io davvero non so se possa esistere…”.

Una presa di posizione piuttosto netta, bisogna ammetterlo, ma detta da uno che poi ha anche insultato il conduttore non stupisce più di tanto.