Francesco Facchinetti e i ladri in casa del padre, il post furibondo su Facebook

Francesco Facchinetti, figlio di Roby Facchinetti dei Pooh, ha pubblicato un post su Facebook dopo che i ladri sono entrati in casa di suo padre.

chiudi

Caricamento Player...

Un Francesco Facchinetti furibondo ha pubblicato un post su Facebook, dopo che dei ladri sono entrati in casa di suo padre, Roby Facchinetti dei Pooh. Nell’abitazione violata vivono suo padre, i suoi fratelli e il marito di sua sorella Giulia con il piccolo Lorenzo, nipote di Francesco. L’invettiva di Francesco ha colpito anche lo Stato e spiccano frasi importanti, come quella di voler comprare “un arsenale” per difendersi da solo, pur assumendosene la piena responsabilità.

Francesco Facchinetti: “Sto andando a comprarmi un arsenale!”

Francesco Facchinetti fb
FONTE FOTO: facebook.com/francescofacchinettiofficial

Queste le parole di Facchinetti su Facebook: “Basta mi SONO ROTTO I COGLIONI.Ieri mattina alle 11 e 30, RIPETO DI MATTINA, è entrato un MOSTRO, una BESTIA in casa di mio papà. Lì vivono anche i miei fratelli, il marito di mia sorella Giulia e il mio piccolo nipote Lorenzo. Questo animale di 2 metri ha cercato prima di rubare e poi, una volta scoperto da Yuri, lo ha tramortito per poi scappare via. Ma vi rendete conto: LA DOMENICA MATTINA ALLE 11 e 30. Tutto questo è follia! Ma dove cazzo siamo finiti?!? Peggioriamo ogni giorno di più, bisogna reagire e se non lo facciamo noi, non lo farà nessuno per noi.

Sto andando a comprarmi un arsenale, se qualcuno entra in casa mia con i miei figli non esce vivo! SE LO STATO NON MI DIFENDE LO FARÒ DA SOLO. Mi prendo tutte le responsabilità di quello che ho detto”. 

Il pubblico social, prevedibilmente, si è diviso. C’è chi si mostra del tutto d’accordo con Facchinetti e chi, invece, sostiene che non debba essere dato troppo spazio alla auto-difesa.

Poi però Facchinetti ha precisato:

“Hanno chiesto un mio intervento per spiegare bene cosa ho detto lunedì. A proposito di fraintendimento, voglio spiegarvi bene: non supporto il farsi giustizia da soli. Io supporto la legittima difesa. La prima vuol dire che se qualcuno a cui vuole bene viene fatto fuori da qualcun altro e questi qui anziché andare in galera lo ritrovo fuori e libero a far bisbocce, io lo faccio fuori.

Ma supporto la legittima difesa. Quindi se qualcuno vuole entrare in casa mia e vuole mettere in pericolo me o la mia famiglia, io sono padre, quindi devo essere messo nella condizione di dover reagire. La difesa è sempre legittima, ha spiegato con un video su Facebook.