Francesca Pascale smentisce la crisi con Berlusconi: “Non mi muovo da qui: abbiamo festeggiato capodanno insieme”

E’ la stessa Francesca Pascale a smentire le voci che la vedrebbero in rotta con Silvio Berlusconi: “Procede tutto benissimo. Il Natale lo abbiamo trascorso come sempre insieme ad Arcore, in famiglia, così come l’ultimo dell’anno”.

chiudi

Caricamento Player...

Francesca Pascale in via di trasferimento a Madrid in rotta con Berlusconi. Questa la notizia che era circolata qualche giorno fa sui quotidiani on line.

Anzi pareva proprio che la Pascale avesse scelto il periodo di Natale per abbandonare la residenza di Silvio Berlusconi, lasciandolo solo a Natale e capodanno. Nulal di più falso e a smentire le voci sarebbe proprio lei.

I due oramai sono abituati ai pettegolezzi: l’origine delle ormai leggendarie notizie che segnalerebbero una sempre separazione ed ormai Francesca e Silvio le accolgono tra il divertito e il rassegnato. Ma stavolta le news che davano Berlusconi solo nella villa di Arcore per Capodanno, con la fidanzata a folleggiare a sue spese a Madrid, li hanno anche irritati.

La scoperta della notizia l’ha avuta la Pascale leggendo i quotidiani. Il suo commento rivolto a Silvio è stato:

“Oh mamma, non è che ho un clone?”.

Lui si è fatto una gran risata, ma poi ha ritenuto necessario rettificare quanto uscito sui giornali:

“Leggo un articolo riguardante i miei rapporti con la signora Francesca Pascale. Premesso che la sfera della vita privata di ciascun individuo, anche se personaggio pubblico, dovrebbe rimanere appunto materia privata, preciso che l’articolo in questione è frutto di fantasia e che nulla di quanto riferito corrisponde al vero” ha scritto Berlusconi.

Aggiunge ancora Francesca Pascale per mettere a tacere tutte le voci:

“Il Natale lo abbiamo trascorso come sempre insieme ad Arcore, in famiglia. E lo stesso faremo per l’ultimo dell’anno. Scappata di casa? Sì, a 20 anni! Finché Silvio mi sopporta, non mi muovo da qui. E quando non mi sopporterà più? Andrò nella stanza accanto!”.