Francesca Pascale compie 32 anni, festa in Sardegna con Berlusconi

Francesca Pascale ha compiuto 32 anni e ha festeggiato con Silvio Berlusconi nella residenza del Cavaliere di Villa Certosa.

chiudi

Caricamento Player...

Francesca Pascale, compagna oramai da qualche anno dell’ex Premier Silvio Berlusconi, ha festeggiato 32 anni il 15 luglio. Il compleanno è stato festeggiato con un grande party organizzato nella residenza sarda di Silvio Berlusconi, Villa Certosa, alla presenza di diversi invitati selezionati. Sui social sono immediatamente circolate alcune immagini della festa pubblicate dagli invitati, che mostrano la bella Pascale in elegante abito bianco, tra baci e abbracci al suo Silvio.

Francesca Pascale
FONTE FOTO: instagram.com/rudymed

Francesca Pascale e Silvio Berlusconi: festa in Sardegna a tema Disney

L’idea della torta è stata sicuramente molto originale: parliamo di un dolce a cinque piani a tema “Disney”. Ogni piano del dolce è stato decorato con i disegni dei classici preferiti da Francesca: da “La Bella e la Bestia” a “La spada nella roccia”, da “La carica dei 101” a “Peter Pan”. Senza dimenticare la scritta “Se puoi sognarlo puoi farlo”, aforisma di Walt Disney.

Ricordiamo che Francesca, nata a Napoli, è stata showgirl a livello locale per un certo periodo di tempo. Ha avuto successo prevalentemente nella trasmissione “Telecafone” (dove realizzò il famoso spot sul calippo molto discusso). La Pascale ha incontrato per la prima volta Silvio Berlusconi nel 2006, salvo poi fondare il comitato “Silvio ci manchi”.

Esponente delle sue idee politiche, Francesca ha militato nel Consiglio della Provincia di Napoli e si è dichiarata definitivamente all’ex Premier dopo la sua separazione da Veronica Lario. La coppia si è fidanzata ufficialmente nel 2012, sebbene già dal 2011 Berlusconi aveva dichiarato di essere legato ad una donna, pur non volendone rivelare l’identità svelata soltanto in seguito.

Berlusconi, nel frattempo, tra belle serate in Sardegna e giorni felici con la Pascale, si prepara al suo ritorno in politica: “Io sono in campo e ci resto, farò il padre nobile quando avrò l’età adeguata, ora sono un giovanotto piuttosto vivace”.