Fiorello dice basta alla tv su Periscope, tutta colpa degli haters

Fiorello si sfoga su Periscope ed esclude un ritorno in tv, colpa anche degli haters che lo criticano sempre

chiudi

Caricamento Player...

Fiorello sceglie Periscope, l’app per fare i live streaming social, per sfogarsi e dire la sua sulla tv e sulle continue critiche.

Leggi anche: Fiorello attende l’idea giusta per tornare in tv

Fiorello parla per 22 minuti in quella che lui ama chiamare “diretta dal cuscino” alle 5 del mattino, quando si diverte a parlare con i suoi seguaci su Periscope. Questa volta però il discorso e serio: Fiorello spiega una volta per tutte perchè non vuole tornare in tv, che non sente più sua da qualche tempo a questa parte.

“La tv non è più fatta per me: troppe prove, troppo stress, critiche, non critiche, conferenze stampa. Meglio i teatri”

Fiorello parla a braccio e saluta definitivamente la tv con questo mezzo, Periscope, con cui si sente di poter essere sincero.

Poi arriva anche l’invettiva con gli haters, che si nascondono dietro a un computer per criticare chiunque, lui e molti suoi amici e colleghi del mondo dello spettacolo, come Enrico Ruggeri, criticato per aver prestato la voce a una pubblicità di salame.

“I battutari che ci mettono mezz’ora a scegliere una frase si nascondono su Twitter, qui devi metterci la faccia in diretta. Che male c’è? Siete solo dei cog..oni radical chic”