Tutti i film di Paola Cortellesi, conduttrice di “Laura e Paola”

La regina della commedia… e non solo

chiudi

Caricamento Player...

Il suo debutto al cinema sarà anche tardivo – è del 2000 il film Chiedimi se sono felice – ma il segno lasciato sembra essere indelebile. Altre tre pellicole escono nello stesso anno, per poi susseguirsi a un ritmo vertiginoso fino ai giorni nostri. E non passano affatto inosservate: la Cortellesi vanta la bellezza di un David di Donatello e un Globo d’oro per Nessuno mi può giudicare e un Premio Nino Manfredi per Scusate se esisto!, oltre ai riconoscimenti ottenuti grazie alle sue apparizioni televisive e a varie candidature sia come miglior attrice protagonista che come non protagonista. Ecco quindi tutti i film di Paola Cortellesi, da 16 anni a questa parte.

La cinematografia completa

  • 2000: Chiedimi se sono felice, Un altr’anno e poi cresco, Se fossi in te, Bell’amico
  • 2001: Amarsi può darsi
  •  2002: A cavallo della tigre, Passato prossimo, Il posto dell’anima
  •  2004: Tu la conosci Claudia?
  •  2006: Non prendere impegni stasera
  •  2007: Piano, solo
  •  2009: Due partite, La fisica dell’acqua
  •  2010: Maschi contro femmine
  •  2011: Femmine contro maschi, Nessuno mi può giudicare, C’è chi dice no
  •  2014: Un boss in salotto, Sotto una buona stella, Scusate se esisto!
  •  2015: Maraviglioso Boccaccio, Gli ultimi saranno ultimi
  •  2016: Che resti tra noi, Mamma o papà?

I film di Paola Cortellesi come attrice drammatica e sceneggiatrice

Indubbiamente conosciuta per le sue imitazioni e la sua verve comica, la star romana è in realtà una magistrale attrice drammatica quando vuole: nel film Piano, solo, diretto dal marito Riccardo Milani, interpreta infatti la sorella di Luca Flores, jazzista realmente esistito e morto suicida nel 1995. E non finisce qui: il già citato Scusate se esisto! (sempre diretto dal compagno di vita e padre della figlia) segna il suo debutto come sceneggiatrice al fianco di Furio Andreotti e del marito stesso. Ispirato alla vera storia di un architetto donna, il film vede come co-protagonista della Cortellesi Raoul Bova.