Perché si festeggia la festa della mamma? Motivi seri e meno seri per una festa civile

Festeggiare le madri come donne e come simbolo di pace

chiudi

Caricamento Player...

Perché si festeggia la festa della mamma? Iniziative civili, religiose e ormai commerciali alla base di una festa diffusa in tutto il mondo.

Le origini di una festività relativamente moderna

Abbiamo davvero bisogno di una festa istituzionale per festeggiare la mamma? No, almeno secondo l’opinione di alcuni senatori italiani che nel 1958 si schierarono contro l’istituzionalizzazione della festa della mamma che da 2 anni stava acquisendo sempre più rilevanza sull’intero territorio nazionale. I senatori in questione ritenevano che una festa così spirituale e simbolica potesse degenerare in un grande affare commerciale. A distanza di 50 anni possiamo affermare che non ebbero torto, ma che non c’è stato bisogno di un riconoscimento ufficiale da parte dell’autorità perché questa festa civile fosse sempre più apprezzata dagli italiani.

Oggi infatti il volume di affari che gira intorno alla festa della mamma è di poco inferiore a quello delle grandi festività religiose (se vogliamo far rientrare tra di esse anche San Valentino) e gravita soprattutto intorno alla produzione dolciaria e alla vendita di fiori.

Perché si festeggia la festa della mamma in Italia?

Come arrivò in senato la richiesta di ufficializzare un giorno dell’anno alla celebrazioni delle madri?

In Italia la Giornata Nazionale della Madre e del Fanciullo fu istituita nel 1933 dal Regime Fascista che, volendo manifestare in ogni modo le profonde radici cristiane della sua ideologia, scelse come giorno della celebrazione il 24 Dicembre in onore della madre per eccellenza, che portò Cristo nel proprio grembo.

Quest’eredità fu raccolta e amplificata dal parroco Otello Migliosi, che  nel 1957 in provincia di Assisi organizzò una festa per celebrare il valore religioso della figura della madre, attribuendole un fortissimo valore riconosciuto da più religioni e che avrebbe potuto rappresentare il punto d’incontro per il superamento delle differenze confessionali.

Oggi però la festa della mamma non ha connotazioni religiose così forti, e questo fu dovuto all’opera di Raul Zaccari, che nel 1956 era sindaco di Bordighera  e presidente dell’Ente Fiera del Fiore. Fu proprio Zaccari a organizzare la prima festa in onore di tutte le madri presso il Teatro Zeni della sua città, invitando i partecipanti ad acquistare un fiore per l’occasione.