Ferragamo inserisce microchip nei suoi capi contro la contraffazione

Ferragamo ha deciso di aumentare i controlli contro la contraffazione inserendo nei suoi capi microchip per monitorare e identificare i prodotti

chiudi

Caricamento Player...

Stanco di vedere violati i suoi prodotti, Salvatore Ferragamo, maison italiana di moda, ha deciso di intraprendere una lotta sempre più dura contro la contraffazione e ha deciso (per controllare, tracciare e identificare i prodotti) di inserire microchip all’interno della suola sinistra delle calzature da uomo e da donna a partire dalla collezione Pre Fall 2014: visto il successo dell’iniziativa, il progetto è stato poi esteso anche alle calzature uomo dalla pre collezione estate 2015 e ai prodotti Small Leather Goods donna/uomo, valigeria e borse donna dalla collezione AI 2015. 

Il microchip all’interno del prodotto non può essere contraffatto e non è visibile.

La maison Ferragamo, al giornale Business of Fashion, ha spiegato che i microchip permettono di “monitorare la scarpa con certezza, dando al gruppo un migliore controllo nella lotta contro la contraffazione”

Salvatore Ferragamo, che ha come obiettivo a breve termine quello di aumentare le vendite in Asia, lo scorso anno ha collaborato con le autorità cinesi per distruggere o sequestrare circa 25 mila prodotti contraffatti. Ma non solo perchè insieme hanno bloccato 91 mila F ben mille in più rispetto all’anno precedente, che sono state rimosse dai siti di aste online, oltre che al recupero e/o alla chiusura di 140 nomi a dominio e siti web illeciti gestiti per lo più da soggetti cinesi.

Ferruccio Ferragamo, Presidente del Gruppo Salvatore Ferragamo, ha commentato: 

“Da alcuni anni abbiamo intensificato la lotta per proteggere il brand e la nostra clientela e nel 2015 abbiamo incrementato ulteriormente il numero di piattaforme di e-commerce monitorate.

Per quanto riguarda invece il mercato cinese, abbiamo proseguito e rafforzato i controlli nelle attività offline, in particolare nell’ambito delle fiere di settore e dei resellers.

Inoltre, con grande soddisfazione, in Cina, abbiamo ottenuto il difficoltoso riconoscimento di marchio notorio, uno strumento di enforcement che ci permette un notevole risparmio di tempi e costi nella lotta ai falsi”.

L’obiettivo finale dell’utilizzo di questa tecnologia è quello di garantire al cliente l’autenticità del prodotto acquistato attraverso il controllo dell’origine e ad una tracciabilità certa.

Fonte foto: Instagram