Fecondazione eterologa, a Roma la prima gravidanza tutta “Made in Italy”

5 errori da evitare in palestra

Anche in Italia batterà il primo cuoricino “Made in Italy” grazie alla fecondazione eterologa ottenuta al 100% nei confini nazionali


Un grande successo è arrivato in Italia: anche nel nostro paese si è ottenuto il primo caso di fecondazione eterologa ottenuta tutta all’interno dei nostri confini: sia la donatrice che la ricevente provengono infatti dal nostro paese. A comunicare l’esito positivo della procedura è stato il professor Ermanno Greco, Direttore Responsabile del Centro di Medicina della Riproduzione dell’European Hospital di Roma, diffondendo un’immagine della visualizzazione del battito cardiaco fetale.

Ermanno Greco spiega:

“Per questo tipo di fecondazione si può affermare che si sia ottenuta una vera e propria gravidanza clinica. Questo successo dimostra come i centri Italiani siano in grado di operare nel settore della fecondazione, un settore così delicato con la massima efficienza e la massima qualità e sicurezza per le pazienti”.

Già ad ottobre all’ospedale Careggi di Firenze era stata eseguita la prima procedura di fecondazione eterologa in una struttura pubblica con seme acquisito da un istituto europeo. Quanto fatto a Roma rappresenta però il primo caso interamente italiano.

È stata ottenuta presso il Centro di Medicina della Riproduzione dell’European Hospital di Roma la prima gravidanza tutta italiana (donatrice e riceventi entrambe italiane) con fecondazione eterologa. A darne comunicazione è il professor Ermanno Greco, Direttore Responsabile del Centro:

”La gravidanza è stata ottenuta trasferendo un unico embrione proveniente da ovociti freschi e non ovociti congelati provenienti da banche straniere. Questo successo dimostra come i Centri Italiani siano in grado di operare in questo settore così delicato con la massima efficienza e la massima qualità e sicurezza per le pazienti. Ne abbiamo voluto dare comunicazione pertanto solo dopo la visualizzazione del battito cardiaco fetale. Questo è infatti il parametro utilizzato scientificamente per dire che si è ottenuta una vera e propria gravidanza clinica” .

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 11-11-2014

Emanuela Bertolone

Per favore attiva Java Script[ ? ]