“Fate l’amore non le cicatrici”: quello di Reshma Quereshi non è un tutorial di trucco qualunque

Reshma Quereshi, vittima di aggressione con acido, cerca di combattere con una petizione per eliminare la vendita libera dell’acido

chiudi

Caricamento Player...

Ha scelto Youtube Reshma Quereshi, ha scelto un mezzo potentissimo per mostrare al mondo cosa le è stato fatto: il suo volto è sfigurato dall’acido e lei con il suo immenso coraggio, parla di bellezza, con tutorial di trucco.

Leggi anche: La Youtuber Nicole Arbour prende in giro le persone obese: la polemica fa il giro del web

Reshma Quereshi fa parte dell’associazione “Make Love not Scars”, che si propone di aiutare le persone che sono state vittime di aggressioni con l’acido: si conta addirittura una aggressione ogni giorno. Un gesto semplice e rapido che può distruggere una persona.

Nei suoi video tutorial, Reshma dà alcuni consigli di bellezza, come fanno moltissime altre ragazze su YouTube, ma alla fine di ogni tutorial spiega quanto possa essere pericolosamente semplice acquistare dell’acido, come comprare un eyeliner, anzi, costa un terzo.

Così Reshma invita a firmare la petizione che vuole mettere fine alla vendita libera di acido, che è ancora troppo facile per chiunque. La sua raccolta, divenuta virale con l’hashtag #EndAcidSale, è arrivata a 250 mila firme.

Reshma è indiana ed è stata sfigurata al volto dal suo ex cognato e dai suoi amici e, come molte altre vittime non può pagarsi le cure mediche cui si è dovuta sottoporre, perchè lo Stato non sostiene le sue spese. Molte vittime dell’acido perdono la vista o l’udito o sono costretti a un trapianto di pelle, a volte addirittura all’amputazione di un arto.

Così lei, con tutto il suo coraggio e la voglia di giustizia, è sbarcata su Youtube per raccogliere fondi per le cure delle vittime e per portare all’attenzione di tutto il mondo questa orribile realtà che coinvolge tutti i paesi del mondo, non l’India.