Fare vaccino sì o no? I miti da sfatare

Fare vaccino ai propri figli è un dubbio ricorrente tra i genitori e ci sono diverse correnti di pensiero sul perchè farlo o non farlo

chiudi

Caricamento Player...

Fare o non fare vaccino ai bambini? Questo è il dilemma! Negli anni si sono sentiti molti pareri e diverse scuole di pensiero riguardo i vaccini cui sottoporre i bambini, sia quelli obbligatori, sia i facoltativi. Una cosa certa, è quella che ci sono alcuni miti da sfatare, idee e voci di corridoio non provate scientificamente da non prendere come oro colato. Innanzitutto non è vero che il vaccino provoca l’autismo: sono stati fatti diversi studi e si è dimostrato che non c’è alcuna correlazione tra le due cose. In secondo luogo, bisogna sottolineare che è vero, gli effetti collaterali ci sono, ma solo in casi rarissimi, così rari che non sono da tenere in considerazione quando si sceglie di sottoporsi a un vaccino. Inoltre è falsa l’idea che il vaccino possa indebolire le difese immunitarie,anzi, le rafforzano, perchè non si troveranno costrette a lottare.

Alcuni potranno ribattere che, ad esempio, dal morbillo si può guarire anche senza aver fatto un vaccino: questo è vero, ma è anche ancora possibile morire per morbillo, seppur succeda in rari casi. C’è chi poi, crede che alcune malattie si possano curare in modo naturale evitando il vaccino: è vero, ma molte possono avere conseguenze gravi e anche una semplice influenza può comunque obbligare a casa adulti e bambini, quindi, perchè non intervenire da subito in modo attivo? Il vaccino, soprattutto per malattie come la pertosse, si può fare già quando il bambino ha due mesi: il sistema immunitario è già completamente formato e può reggere il peso di un vaccino, salvando la salute del bebè.

Bisogna saper che fare più vaccini insieme non fa male, anzi si stanno addirittura studiando vaccini combinati in modo che i principi attivi non si annientino e gli effetti collaterali non si sommino. Inoltre, sulla sicurezza dei vaccini si può stare tranquilli, sono controllati al 100%, e se si alza un po’ la febbre dopo averlo fatto non c’è nulla di cui preoccuparsi.