Fai da Te: Usi Alternativi per Dieci Cose di Tutti i Giorni

Fai da Te: Alcune cose che si utilizzano tutti i giorni possono essere adattati per altri usi alternativi. Ecco dieci esempi.

Alluminio. Molto usato per la cottura e conservazione dei cibi, l’alluminio si può anche utilizzare per lucidare l’argenteria senza fatica.
Prendere una pirofila in plastica e ricoprirla con un foglio d’alluminio. Versare dell’acqua calda e un cucchiaio di sale grosso e farlo sciogliere, immergere completamente l’oggetto che si vuole lucidare, facendo attenzione a che stia a contatto con la vaschetta. Nel giro di poco la reazione chimica farà scomparire completamente la patina ossidata dal vostro oggetto d’argento!

Nastro di carta. Tra gli altri usuali scopi, si riadatta benissimo come etichetta temporanea per alimenti o altro e senza lasciare  residui.
Scrivere il nome del contenuto sul nastro, ritagliare l’etichetta e incollarla al suo posto. Ideale anche e soprattutto per i barattoli di vetro in quanto non lascia residui di colla.

Bicarbonato. Si presta a moltissimi usi, da ingrediente lievitante ad anticalcare, ma se ne si spolvera un po’ sullo spazzolino da denti umido diventa un trattamento sbiancante per denti. Attenzione a non abusarne però,  per non rovinare lo smalto dei denti.

Acetone. È l’ideale per rimuovere residui di supercolla da qualsiasi cosa.
Basta immergere del cotone nel solvente e procedere alla rimozione dei rimasugli di colla, l’applicazione sarà localizzata e precisa.

Sabbietta per gatti. Dato il suo potere assorbente è ideale per togliere l’odore di muffa in oggetti dismessi per lungo tempo come  valige o scarpe lasciate in cantina.  Si versa un po’ di sabbietta nell’oggetto che ha bisogno di bonifica, si lascia in posa tutta la notte e poi si svuota e si aspirano i residui. L’odore dovrebbe essere magicamente scomparso!

Gomme per cancellare. Per progetti creativi coi bambini, le gomme da cancellare sono ottime da intagliare e incidere per formare degli stampini personalizzati fai da te. Basta poi un tampone d’inchiostro oppure un velo sottile di pittura, come tempera, olio o acrilico, per decorare quaderni, carte o biglietti d’auguri.

Sale da cucina. Ottimo per la pulizia del forno senza l’utilizzo di prodotti chimici.
Rimuovere griglie e ripiani, scaldare il forno a 100 gradi per una decina di minuti, lasciare intiepidire giusto per non scottarvi e spalmare su tutte le superfici un composto piuttosto denso formato da di sale fino, acqua e bicarbonato. Lasciare agire almeno mezz’ora e poi rimuovere con un panno: il calore del forno e l’azione abrasiva dell’impasto sciolgono macchie e incrostazioni, rendendole così facilissime da rimuovere.

Fai da te: borotalco
Fai da te: borotalco

Borotalco
Se si hanno i capelli da lavare ma non si ha tempo perchè bisogna uscire di casa urgentemente si può far uso  del borotalco: sgarbugliare bene i capelli, spargere un po’ di borotalco sulle radici, massaggiare bene per far sì che il borotalco assorba il sebo in eccesso, spazzolare di nuovo i capelli per togliere gli aloni bianchi.
Per un rimedio rapido funziona, l’unica controindicazione è che il borotalco rende i capelli più elettrici.

Collutorio. Oltre a rinfrescare l’alito è anche in grado di eliminare l’odore del trito e del soffritto dalle mani, basta sciacquarsi le mani col collutorio.
Funziona anche da gel igenizzante oltre che disinfettante e cicatrizzante.

Calze. Tra i vari usi le calze di nylon possono essere usate anche nella lavatrice in due modi: come contenitore di scaglie di sapone di marsiglia, per avere il detersivo fatto in casa, o come contenitore per la biancheria delicata e per evitare che i ferretti dei reggiseni si perdano nel cestello.

 

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 28-01-2014

Donna Glamour

X