Fabrizio Frizzi dichiara: “Durante la gravidanza Carlotta ha rischiato di perdere Stella”

chiudi

Caricamento Player...

Fabrizio Frizzi, ospite del programma “L’Arena”, ha raccontato della difficile gravidanza della compagna Carlotta e il rischio di perdere la piccola Stella.

Fabrizio Frizzi e la compagna Carlotta Mantovan hanno rischiato di perdere la piccola Stella durante la gravidanza e quando è nata per loro è stata una grande gioia.

Fabrizio ad ottobre, dopo un fidanzamento di 12 anni, ha sposato la compagna Carlotta Mantovan che conobbe nell’edizione 2001 del concorso di Miss Italia.

il conduttore ha raccontato che durante la gravidanza della moglie ci sono stati dei problemi e che la nascita della piccola Stella è stato un miracolo:

“Il fatto stesso che sia arrivata è un miracolo, anche perché la gravidanza non è stata facilissima. […] Arriva questo dono di Dio e quando rischi di perderlo ti spaventi, fai tutto quello che è necessario per evitare di perdere la creatura. Quando è nata mi sono commosso”.

Della sua piccola Stella ha raccontato fiero:

“È una bambina fortissima, ridiamo insieme, ha il mio stesso sorriso ma somiglia anche alla mamma. È dolcissima”.

Proprio sulla relazione con la bella Carlotta ha rivelato:

“Ci siamo fidanzati nel tardo 2002. La storia è iniziata con molti commenti negativi, perché io ero più grande di lei. Ma quando ami vai avanti, no? Mica ti fermi perché gli altri parlano? Mi ricordo però di averla notata nell’ultimo appello prima del verdetto: vedendola in primo piano pensai “Che bella faccia! Farà tv”.

Fabrizio e Carlotta si sono sposati il 5 ottobre 2015 (Leggi anche: Fabrizio Frizzi e Carlotta Mantovan sposi a Roma):

“Le ho fatto la proposta nel 2004, con tanto di anello e serata a sorpresa, ma lei aveva appena iniziato a lavorare come giornalista. Da allora ne abbiamo parlato più volte, ma solo all’inizio dell’anno scorso mi ha detto: “Ma tu sei sicuro di volermi sposare ancora?” E tra un impegno e l’altro, intorno a febbraio ci siamo messi a tavolino, agende alla mano e abbiamo scelto la data”.