Fabrizio Corona: dopo le urla in aula… La pena è più lieve del previsto!

Sembra definitivamente conclusa la vicenda giudiziaria di Fabrizio Corona: l’ex re dei paparazzi è stato condannato a un anno…

chiudi

Caricamento Player...

Sì, giustizia è fatta!“, così ha commentato – e esultato – Fabrizio Corona alla lettura della sentenza conclusiva del suo processo. Il tribunale di Milano lo ha, infatti, condannato ‘solo’ a un anno: sono cadute due imputazioni, l’intestazione fittizia dei beni in relazione ai soldi in contanti, e la violazione delle norme patrimoniali sulle misure di prevenzione. L’unica condanna rimasta in piedi è quella di reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Dandolo aveva già previsto tutto: “In quel del Tribunale di Milano gira voce che Fabrizio Corona, 43, tra pochi giorni uscirà di prigione e tornerà nella comunità di Don Mazzi, dove intraprenderà un nuovo percorso riabilitativo. Riuscirà l’agente fotografico a mettere la testa a posto e a non infrangere più la legge? Si dice che voglia cambiare vita e che una volta uscito chiederà alla sua fidanzata Silvia Provvedi di sposarlo. Solo parole? Ah, saperlo…”, scriveva.

Fabrizio Corona dovrà restare in carcere
Fonte foto: facebook.com/fabriziocoronaofficial/

Commossa, anche la compagna Silvia Provvedi ha festeggiato

Fuori sono rimaste mia madre, che darebbe la vita per mio figlio ma si sta facendo vecchia e la mia fidanzata che è molto giovane ma è unica e speciale, e quello che ha fatto per me non l’avrebbe fatto nessuna donna.

Ho questa piccola famiglia, mi aspetta ed è l’unica cosa che voglio, i soldi non mi interessano, potete anche tenerveli. Datemi ciò che è giusto e fatemi riprendere il percorso da dove lo avevo interrotto“, ha detto Fabrizio subito dopo aver udito la sentenza. Queste sue parole hanno commosso la giovane Silvia, piena di gioia.

Nel corso della sua penultima udienza in tribunale Fabrizio si era scaldato, con tanto di urla

L’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona aveva vissuto una giornata davvero nera nel corso della penultima udienza per il processo a suo carico. La pm di Milano, Alessandra Dolci, aveva chiesto 5 anni di reclusione per l’ex marito di Nina Moric, con ulteriore indagine sull’appropriazione indebita, e 2 anni e 4 mesi per Francesca Persi, collaboratrice di Corona.

Fabrizio Corona urla al processo: “Voglio giustizia!”

Fabrizio Corona
Fonte foto: instagram.com/fabriziocoronareal/

Dopo aver urlato in aula, Corona è rientrato un’ora dopo con le scuse poste dal suo legale Ivano Chiesa: “Si scusa, ha perso la pazienza. Purtroppo è il suo carattere e gli è già costato caro”.

La sua amica e collaboratrice Francesca Persi aveva difeso il lavoro di Corona: “Fabrizio è un gran lavoratore e io e lui non abbiamo mai ammazzato nessuno, mentre c’è tanta gente che, a differenza nostra, i soldi li ha portati alle Cayman. Sono rimasta molto sorpresa da richieste di pena così alte ma credo nella giustizia e nella verità”.

Secondo le asserzioni del pubblico ministero, Fabrizio avrebbe “occultato” un tesoro da 2,6 milioni di euro sia in cassette di sicurezza in Austria che nel controsoffitto della collaboratrice Persi, in modo da poter sottrarre quel denaro alle verifiche dell’autorità giudiziaria. La Persi ha nascosto 1,7 milioni di euro nel controsoffitto della collaboratrice e secondo Alessandra Dolci lo scopo dell’ex fotografo era quello di rendere quei soldi non rintracciabili.

La difesa di Corona è stata molto appassionata, come si evince dalle parole del suo avvocato: “(È stato) ammanettato davanti al figlio 14enne, trattato come un mafioso senza esserlo, per poi finire al centro di un processo basato sul niente, nato per un problema fiscale. Vittima dei moralisti che non ti perdonano nulla se ti ritengono l’incarnazione del male e ti vogliono eliminare”.

Parole che potrebbero aver contribuito ad alleggerire la sua pena.

Fonte foto: instagram.com/fabriziocoronareal/, facebook.com/fabriziocoronaofficial