Fabrizio Corona: slitta la decisione sulla concessione dei domiciliari

Rinvio dell’udienza per i domiciliari per Fabrizio Corona. Ivano Chiesa, difensore dell’ex re dei paparazzi, ha chiesto ai giudici più tempo per approfondire i risultati della perizia psichiatrica.

chiudi

Caricamento Player...

Come preannunciato, la sentenza per la concessione degli arresti domiciliari a Fabrizio Corona è slittata.

I giudici del Tribunale di Sorveglianza di Milano hanno accolto la richiesta dell’avvocato Ivano Chiesa.

Costanzo Gala, il primario di psichiatria dell’ospedale San Paolo di Milano, ha redatto un documento in merito allo stato di salute del suo assistito in base alla quale si deciderà circa la possibilità per Fabrizio Corona di scontare il resto della pena fuori dal carcere.

L’esame è stato svolto in questi mesi dal primario di psichiatria dell’ospedale San Paolo di Milano Costanzo Gala. La richiesta era stata formulata dagli avvocati Ivano Chiesa e Antonella Calcaterra, che avevano reputato le condizioni di salute di Fabrizio Corona, incompatibili con il regime di detenzione del carcere di Opera.

Gala ha affermato:

“Fabrizio Corona è un uomo molto sofferente con problemi seri dal punto di visto psicologico e psichiatrico e in carcere sta soffrendo di stati d’ansia, depressione e attacchi di panico”.

Don Mazzi si era già detto pronto ad accogliere Fabrizio Corona nella sua struttura:

“Non voglio nemmeno pensare che la richiesta non venga accettata. Ho visto Fabrizio di recente. Ha attraversato un mare in tempesta. Non sta bene. La magistratura lo ha trasformato in un “caso” chissà per quali motivi. Non è un terrorista, non è un mafioso. Si sta facendo la galera per un reato morale. La magistratura è scivolata su una banalità. Io sono incazzato. Nella mia comunità ho ospitato Erika De Nardo, che ha ucciso madre e fratellino. Per il duplice omicidio è stata condannata a sedici anni. Due in più di quelli comminati a Corona, che era stato condannato a quattordici anni, ora commutati a nove anni e otto mesi”.

Ora si attende che i giudici possano analizzare meglio la perizia stilata da Costanzo Gala ed esprimersi in merito possibilità che Fabrizio Corona possa scontare il resto della sua pena fuori dal carcere.