Fabrizio Corona scarcerato: la salute gli impedisce di rimanere nel carcere

Fabrizio Corona lascia il carcere e viene affidato a un centro di riabilitazione: ha problemi di salute

chiudi

Caricamento Player...

Il magistrato di sorveglianza Giovanna De Rosa ha deciso di fare scarcerare Fabrizio Corona per motivi di salute. Corona ha lasciato quindi il carcere di Opera per essere trasferito in un centro di riabilitazione.

Leggi anche: Fabrizio Corona: dopo due anni le foto dal carcere

A Fabrizio Corona è stata per ora sospesa l’esecuzione della pena ed esce dal carcere dopo aver scontato tre anni e due mesi di una pena complessiva di 13 anni e 2 mesi, ridotti a 9 anni ed 8 mesi.

I reati di cui è accusato il fotografo sono diversi, tra cui la bancarotta fraudolenta delle sue società Fenice e i presunti ricatti per foto compromettenti, alcuni mai confermati.

Come hanno sempre detto i legali del fotografo, Fabrizio Corona sta scontando una pena eccessiva rispetto ai suoi reati ed è possibile che le sue condizioni di salute, accertate dall’Asl, derivino dallo stress per questa sua situazione. Il “fine pena” di Fabrizio Corona scende sotto i sei anni grazie agli sconti di pena, permettendogli così di poter essere affidato ad una comunità. La perizia psichiatrica lo definì una personalità borderline e potenzialmente pericolosa.

Fabrizio Corona è stato quindi affidato alla Comunità di Don Mazzi che già tempo fa si era interessato alla situazione del fotografo, dichiarando:

“Perché è ancora in carcere? Datelo a me!”

Negli ultimi tempi, Fabrizio Corona ha visto aumentare gli attacchi di panico e le crisi d’ansia, tanto che il suo legale Chiesa dichiarò, non molto tempo fa:

“Ha capito di aver sbagliato in passato e ha preso da tempo le distanze da quello che era, accettando le condanne. Sta veramente male. È un uomo molto provato con problemi seri dal punto di vista psicologico e psichiatrico, tanto da essere curato anche con psicofarmaci.”