Fabrizio Corona, depresso e sciupato, ha già perso 10 chili in carcere…

Avrebbe perso 10 chili e sarebbe depresso e sciupato, Fabrizio Corona, ex re dei paparazzi, condannato per estorsione aggravata e altri reati a nove anni di carcere.

chiudi

Caricamento Player...

A lanciare l’allarme è Paolo Bocedi, presidente dell’associazione antiracket Sos Italia Libera, che chiede a gran voce i domiciliari per Fabrizio Corona, finito in carcere con l’accusa di aver incassato con minacce 25 mila euro dal calciatore David Trezeguet per ritirare alcune foto compromettenti.

A oggi il beneficio dei domiciliari non è possibile, dal momento che per i primi cinque anni di condanna, Corona non può accedere a sconti di pena né a misure alternative come i domiciliari.

Resta nel carcere di massima sicurezza di Opera accanto a mafiosi e criminali; ma ecco le parole che Paolo Bocedi ha detto in merito alla questione:

“Da oltre un mese – racconta il presidente di Sos Italia Libera –ho fatto richiesta per incontrare Corona e non ho ancora ricevuto risposta né dal direttore del carcere né dal tribunale di Sorveglianza, è scandaloso”

Poi aggiunge ancora:

“C’è un sacco di gente che ha ucciso e oggi è libera, Corona ha certamente sbagliato, ma non ha ammazzato nessuno”

Già in passato Paolo Bocedi aveva chiesto la grazia per Fabrizio Corona, in un editoriale sul Fatto Quotidiano, poi aveva avanzato la richiesta dei domiciliari in un’intervista a Il Giorno.

Leggi anche: Lele Mora insiste con Corona: Nina Moric non ti ha dimenticato

Sarebbe sufficiente anche solo togliere l’aggravante, che permetterebbe a Corona, nel frattempo depresso e dimagrito di dieci chili, di chiedere subito i domiciliari; per il momento non c’è soluzione alternativa per lui, tranne continuare a sperare.