Fabio Rovazzi la carriera

Fabio Rovazzi la carriera del giovane cantante italiano di musica dance e demenziale, autore del tormentone Andiamo a comandare.

chiudi

Caricamento Player...

Fabio Rovazzi, classe 1994, è il giovane cantante italiano di musica demenziale e dance che è autore del celebre tormentone musicale Andiamo a comandare, il brano che gli ha regalato il successo in Italia e non solo. Il video della canzone ha raggiunto ben oltre 100 milioni di visualizzazioni su YouTube e ha conquistato il quadruplo disco di platino. Il brano era stato pubblicato dapprima sui profili social del cantante, ma ha poi raggiunto un successo tale da diventare un vero e proprio tormentone estivo pubblicato dall’etichetta discografica Newtopia.

Fabio Rovazzi la carriera e gli esordi come video virali

Rovazzi si è fatto conoscere su Internet con i suoi profili Facebook, Instagram e YouTube, realizzando dei video comici diventati poi virali. Successivamente, ha collaborato alla trasmissione di J-Ax Sorci verdi trasmesso in seconda serata su Rai 2. Nello stesso periodo ha anche lavorato anche alla realizzazione di video musicali per Merk & Kremont e Fred De Palma. Nel mese di febbraio 2016 ha pubblicato sui social network il video di Andiamo a comandare, realizzato in collaborazione con Danti dei Two Fingerz. Il video ha raggiunto un successo tale che il singolo è stato pubblicato sulle piattaforme di streaming dall’etichetta discografica Newtopia, diventando un vero e proprio tormentone.

Fabio Rovazzi la carriera

Il singolo è entrato nella classifica di vendite nel giugno 2016. Successivamente, Rovazzi ha partecipato a diversi festival musicali, tra cui spicca la quarta edizione del Coca-Cola Summer Festival. Ancora nel 2016 è apparso nel videoclip del brano Vorrei ma non posto di J-Ax e Fedez e in Che ne sanno i 2000 di Gabry Ponte. Da settembre fa anche parte del cast degli ospiti di Quelli che il calcio, su Rai 2. Il 2 dicembre Rovazzi ha pubblicato sui suoi profili social il brano Tutto molto interessante, disponibile dallo stesso giorno anche su YouTube.

FONTE FOTO: www.facebook.com/Fabiorovazzi