Evasione fiscale: la Cassazione assolve Dolce e Gabbana

La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza di condanna per evasione fiscale di Dolce e Gabbana

Buone notizie per Stefano Dolce e Domenico Gabbana, che finalmente sembrano aver risolto i loro problemi con la giustizia. I due stilisti, infatti, sono stati assolti dall’accusa di evasione fiscale da parte della Corte di Cassazione, che ha annullato la sentenza di condanna della Corte d’Appello di Milano dello scorso 30 aprile 2014.

Il tribunale milanese, infatti, aveva concluso il processo iniziato nel 2012 con la condanna di Dolce e Gabbana per omessa presentazione della dichiarazione dei redditi negli anni 2004 e 2005: una mancanza con la quale i due stilisti avrebbero sottratto al fisco circa 200 milioni di euro. Una sentenza controversa, dato che la stessa pubblica accusa aveva chiesto l’assoluzione degli imputati, asserendo che fosse normale da parte di un’azienda ai profitti altissimi come D&G creare una società in Lussemburgo per riuscire ad avere un regime fiscale più favorevole. I due stilisti, naturalmente, presero malissimo la notizia nello scorso aprile, ma ora possono finalmente festeggiare.

La Cassazione, infatti ha annullato la sentenza con formula piena “perché il fatto non sussiste”. Unico neo, la condanna annullata con rinvio per Alfonso Dolce, il fratello di Domenico: tuttavia per lui il processo andrà in prescrizione all’inizio di novembre.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 26-10-2014

Donna Glamour

X