L’ Esposizione al Sole Abbassa la Pressione

L’esposizione al sole ha vari benefici tra cui quello di abbassare la pressione arteriosa, purchè presa con moderazione.

chiudi

Caricamento Player...

L’esposizione al sole da parecchi benefici all’organismo. Il più noto è quello di sintetizzare nel corpo la vitamina D, fondamentale per l’assimilazione del calcio introdotto con l’alimentazione  per il buono stato delle ossa.

Una recente ricerca effettuata in Inghilterra ha evidenziato un altro beneficio importante fino ad ora sconosciuto: l’esposizione al sole sarebbe in grado di abbassare la pressione sanguigna.

Nel corso dello studio un gruppo di volontari è stato esposto ad una dose di raggi ultravioletti equivalenti a circa 30 minuti di esposizione al sole.

Si è subito evidenziata una dilatazione dei vasi sanguigni e un netto abbassamento della pressione sanguigna.
La pressione alta è uno delle principali cause dell’insorgere di malattie cardiovascolari  fatali nell’uomo, come l’insufficienza cardiaca o l’ictus,  causati principalmente da cattive abitudini come il fumo, la sedentarietà e una dieta ricca di sodio.

esposizione al sole
esposizione al sole

Entrando nello specifico sul collegamento esistente tra esposizione solare e riduzione della pressione sanguigna, i ricercatori hanno ipotizzato il coinvolgimento di alcune sostanze chimiche, come l’ossido di azoto e i suoi derivati, nel processo di dilatazione dei vasi e nell’abbassamento della pressione sanguigna. L’ossido di azoto viene formato dalle cellule dei vasi sanguigni per potersi rilassare e, basandosi su questo presupposto, i ricercatori hanno ipotizzato una teoria secondo cui i raggi UV solari sarebbero in grado di mobilitare queste molecole in modo che possano viaggiare velocemente nel sangue per dilatare i vasi e abbassare la pressione. Ancora restano molte incognite da chiarire, come per esempio, non è molto chiaro se la pressione sanguigna subisce un calo continuativo con un’esposizione ripetuta ai raggi UV, e se la risposta alla luce solare sia in grado di variare a seconda dell’età della persona, del sesso o delle condizioni fisiche generali.

Naturalmente, come avvertono i medici, l’esposizione al sole deve essere moderata e controllata per poter apportare benefici all’organismo. In caso di eccessiva esposizione al sole si annullano i benefici e si rischia l’insorgenza di pericolose patologie come il melanoma. La regola è sempre la stessa: esporsi al sole con moderazione ed evitare nelle stagioni calde l’esposizione nelle ore centrali. Il momento migliore è al mattino fino alle dieci e al pomeriggio dopo le sedici.