Erin Moran, morta l’attrice di Happy Days: il ricordo di ‘Fonzie’

Erin Moran, l’attrice che in Happy Days ha interpretato la piccola Joanie, è morta a 56 anni. Henry Winkler, alias Fonzie, la ricorda così.

chiudi

Caricamento Player...

A soli 56 anni è morta Erin Moran, la bellissima attrice che ha interpretato la giovane Joanie Cunningham in Happy Days, la nota serie tv statunitense, che ha lanciato un allora semi sconosciuto Ron Howard, oggi uno dei registi più apprezzati di Hollywood. Non si conoscono ancora le cause del decesso di Erin avvenuto nello stato dell’Indiana, ma il corpo è stato ritrovato nella Harrison County dai soccorritori chiamati al numero di emergenza 911.

Erin Moran, Fonzia la ricorda così…

erin moran facebook
FONTE FOTO: facebook.com/EddiesRockReport

Erin, negli ultimi anni, era caduta in disgrazia e sembrava non avere pace. Henry Winkler, l’attore che ha interpretato Fonzie, uno dei migliori amici di Ricky Cunningham, sorella di Joanie da lui chiamata affettuosamente ‘sottiletta’, l’ha voluta ricordare su Twitter.

Queste le sue parole: “Oh Erin…ora finalmente avrai la pace che hai cercato invano su questa terra. Ora riposa lì serenamente. A presto”.

Erin Moran, insieme a Henry Winkler, Marion Ross, Tom Bosley e Anson Williams, è stata parte del gruppo di attori ad aver partecipato a tutte le 11 stagioni di Happy Days fino alla sua conclusione nel 1984. Nel biennio 1982-83 ha interpretato Joanie anche nelle due stagioni dello spin-off Jenny e Chachi, con Scott Baio, già suo fidanzato in Happy Days. Con questo ruolo vinse lo Young Artist Awards nel 1983 come miglior giovane attrice in una nuova serie tv.

Anche Ron Howard ha voluto ricordare Erin su Twitter, così come altri suoi illustri colleghi. Nel 1987 Erin ha sposato Rocky Ferguson, dal quale ha divorziato nel 1993, per poi sposare Steven Fleischmann. Trovandosi in uno stato di grave indigenza, dal 2012 ha vissuto nella roulotte della suocera all’interno di un camping di New Salisbury, nello stato dell’Indiana, prima di essere sfrattata insieme al marito per la vita dissoluta, basata su alcool e droga, che i due conducevano.